QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17°29° 
Domani 17°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 30 giugno 2016

Attualità venerdì 17 luglio 2015 ore 13:45

Bilancio: scontro fra maggioranza e opposizione

Venturi ha preannunciato una segnalazione alla Corte dei Conti, Giannoni minimizza. Intanto Sarà la Ges a gestire il teleriscaldamento

MONTEVERDI MARITTIMO — Nell’ultima seduta prima delle ferie, ieri, giovedì 16 luglio, il Consiglio comunale di Monteverdi Marittimo ha approvato il Bilancio di previsione 2015 e la programmazione per il triennio 2015-2017. Voto compatto della maggioranza, no della minoranza, peraltro già anticipato nelle assemblee pubbliche dei giorni scorsi.

Sul bilancio approvato grava una incognita, i cui effetti potrebbero farsi sentire pesantemente nei prossimi anni. La questione è stata posta dalla minoranza con il capogruppo Venturi, secondo il quale è sbagliato mettere a sostegno della spesa corrente i 243mila euro che Monteverdi riceve dall’Enel per le due centrali geotermiche attive sul territorio comunale; andrebbero invece spostati negli investimenti e utilizzati per nuove attività. Richiamata la legge che imporrebbe questa seconda strada, Venturi ha preannunciato una segnalazione alla Corte dei Conti

Il sindaco Carlo Giannoni non si è scomposto più di tanto, ha sostenuto la correttezza della scelta compiuta e ironicamente ha concluso: “se la Corte dei conti darà ragione alla minoranza, chiuderemo il Comune”.

A parte questo scambio di opinioni, il confronto tra maggioranza e opposizione è stato serrato su tutto, fin dalle recenti assemblee pubbliche, e senza alcun punto di incontro. 

Su un piano più generale, il bilancio 2015 è fortemente condizionato dalla realizzazione del teleriscaldamento, un’opera pubblica che, questa sì, mette tutti d’accordo. Un po' meno coloro che vivono in campagna, cittadini paganti le tasse come i residenti nei centri storici, senza poterne godere i benefici, come ha sottolineato il consigliere di minoranza Anselmi.
Il sindaco e la sua maggioranza hanno messo a bilancio un ventaglio di riduzioni delle spese, bloccato Imu e Tasi ai livelli precedenti (ma non la Tari per una errata pianificazione nel 2014 che non dovrebbe essere accollata ai cittadini nel breve periodo), nuovamente non applicate tassa di soggiorno e addizionale comunale

Il costo del personale “è stato ridotto di 40mila euro rispetto al 2008, mentre è aumentato il lavoro”, un risultato anche frutto di un ampio ricambio generazionale negli uffici, ora il personale è giovane, contrattualmente costa meno, come illustrato dalla maggioranza. 

Contestate dall’opposizione, punto per punto, le scelte della maggioranza: secondo Venturi, le tasse si potevano abbassare, con l’avanzo di gestione era possibile alleggerire il costo del mutuo da 800mila euro per il teleriscaldamento; e via elencando, fino a concludere: “avrei potuto votare a favore se aveste ascoltato i rilievi che vi abbiamo fatto”.

Nelle comunicazioni, il sindaco ha annunciato che la municipalizzata “Monteverdi Energia” entro l’anno scomparirà avendo concluso la sua missione cioè quella di realizzare il teleriscaldamento.”Affideremo il nostro impianto alla Ges di Pomarance, così come si apprestano a fare altri comuni geotermici - ha detto Giannoni - Una gestione unica porterà vantaggi a tutti”. Una commissione consiliare affiancherà il consiglio di amministrazione nelle fasi di cessione dell’impianto.

Da segnalare, infine, una mozione urgente presentata all’inizio della seduta dal consigliere di minoranza Alessio Anselmi. Presentata e messa agli atti senza lettura in aula, in quanto non sarebbe stata attinente l’ordine del giorno. Nel documento Anselmi invitava il Consiglio comunale ad esprimere solidarietà al sindaco di Pietrasanta Massimo Mallegni, di recente sospeso in base alla legge Severino, dopo aver vinto le elezioni e dopo che sono cadute quasi tutte le imputazioni che lo avevano anche portato in carcere alcuni anni fa. "Davvero inspiegabile il comportamento del sindaco - dichiara Anselmi - L’eventuale esito della discussione lo avrebbe imbarazzato? Ancora una volta si assiste alla consueta e più volte rimproverata gestione personalistica della cosa pubblica…" "Abbiamo perso – conclude Anselmi – l’ennesima occasione di far sentire a livello zonale la voce del comune di Monteverdi”.

G.P.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità