QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 18°21° 
Domani 19°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 16 luglio 2018

Attualità giovedì 18 giugno 2015 ore 17:00

Un mare aperto contro il razzismo

Edizione 2015 del Meeting antirazzista dell'Arci dedicata alla situazione del Mediterraneo. Incontri, dibattiti ma anche eventi e spettacoli



CECINA — Torna dal 1 al 5 luglio a Cecina la XXI edizione del Meeting Antirazzista di Cecina dell'Arci che quest'anno avrà per titolo 'Mare Aperto'. Come ogni anno incontri, laboratori, dibattiti e concerti per dire ancora una volta no al razzismo.

Il programma è ancora in fase di costruzione, ma già si annunciano ospiti importanti, oltre a incontri e dibattiti, appuntamenti formativi, attività per bambini, presentazioni. Il primo luglio arriveranno a Cecina "Fabrizio Pocci e il Laboratorio” è il progetto musicale di cinque amici che hanno deciso di viaggiare insieme grazie alla musica. Venerdì 3 luglio, dopo il successo della seconda stagione di “Nemico Pubblico” in onda su Rai 3, ci sarà Giorgio Montanini in tournée con l’omonimo spettacolo. Sabato 4 appuntamento con i toscanissmi 'Cecco e Cipo', il duo musicale escluso da X Factor, ma che sta riscuotendo un grande successo.

Il programma del Mia 2015, dunque, si preannuncia ricco. Senza però perdere di vista il senso della manifestazione. "La situazione del Mediterraneo diventa ogni giorno più critica - spiegano dall'Arci - Se l'edizione dell'anno scorso invitava i popoli a stringersi in un 'Abbraccio Mediterraneo', nel 2015 si vuole evitare che il Mare che ha unito per millenni le culture che vi si affacciano, diventi un'immensa barriera che chiude l'Europa in se stessa. Un Mare Aperto che ha contribuito al succedersi e al confondersi millenario dei popoli, alla creazione della civiltà euromediterranea".

"Mare Aperto perchè in mare aperto sono la società italiana e tutta la società europea, da decenni al centro di un processo sociale di trasformazione in cui si incrocia una molteplicità di culture - proseguono  dall'Associazione - Mare Aperto perchè chiudere il Mediterraneo ha provocato tragedie e morte e ha trasformato il suo bacino in una immensa tomba di innocenti".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità