QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 7° 
Domani -1°9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 06 dicembre 2016

Attualità giovedì 23 luglio 2015 ore 18:05

Per la Smith ha lottato un territorio intero

Buselli ringrazia i cittadini e fa un appello: "abbiamo bisogno ora più di prima dell'apporto di lavoratori, Rsu, sindacati e di tutte le Istituzioni"

VOLTERRA — Si è chiusa formalmente con il piano di esuberi ed il ridimensionamento delle linee produttive, la dura vertenza della Smith Bits di Saline di Volterra. Salva la fabbrica di scalpelli di via Traversa, ma in 114 sono fuori. E la lotta per il lavoro è destina a proseguire.

"A fronte della iniziale annunciata chiusura dello stabilimento da parte di Schlumberger, adesso possiamo dire che questo aspetto è di fatto, a seguito dell’accordo, al momento scongiurato - commenta in una nota il sindaco di Volterra Marco Buselli - su questa base dobbiamo però riuscire, assieme alla Regione e al Governo, a costruire un'alternativa concreta anche per chi è fuori".

Buselli ringrazia "tutti i cittadini della nostra zona, per il contributo straordinario che questa comunità, in questa difficilissima pagina, ha saputo esprimere". Ma la lotta unitaria che ha coinvolto un intero territorio deve proseguire. "Abbiamo però bisogno, ora più di prima, dell'apporto dei lavoratori, delle Rsu, dei sindacati e di tutte le Istituzioni, per poter continuare nella direzione di recuperare, grazie al confronto che a breve si aprirà in sede ministeriale, occupazione e garanzie concrete e realizzabili per il futuro della zona, in cui vogliamo che i nostri giovani continuino a vivere".

E l'attenzione continua, anche grazie al festival VolterraTeatro. Domani, venerdì 24 luglio, a Saline all'Area G.I.A.S.C. del Cavo appuntamento dalle 21 con l'evento gratuito per la Smith 'La fabbrica sospesa'. Un grande concerto in cui musicisti e artisti di grande prestigio si riuniscono appositamente per un inno all’arte come strumento di relazione, partecipazione, socialità. Brani dal mediterraneo, dal tradizionale Canto dei Sanfedisti a Malarazza di Domenico Modugno, si mescolano a canzoni come Gracias a la vida di Violeta Parra e Canzone Arrabbiata di Nino Rota; mentre Peppe Servillo interpreta Che cosa sono le Nuvole di Pier Paolo Pasolini e altri brani degli Avion Travel. E poi ancora Cisco, Ginevra Di Marco, Francesco Magnelli, Andrea Salvadori, Marzio Del Testa, Sergio Staino, Armando Punzo e Giacomo Trinci.

Mentre sabato 25 luglio dentro la salina di Saline di Volterra, con gli stessi operai in scena, per un evento teatrale dedicato Pilade/Campo dei Rivoluzionari. Una prima nazionale, tra imponenti cascate di sale, all'interno di una architettura industriale unica con oltre settanta cittadini-attori che si metteranno in scena per raccontare con le parole di Pasolini le derive del capitalismo industriale.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica