QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 19°29° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 23 luglio 2016

Attualità giovedì 03 marzo 2016 ore 11:09

Legge sulle piscine, c'è la deroga

Il termine per l'adeguamento è stato prorogato

La Regione ha approvato la proroga sulla legge delle piscine che prevede la messa a norma degli impianti per le strutture ricettive

POMARANCE — E' passata la deroga sulle legge delle piscine private e a uso pubblico inserite nelle strutture ricettive. Un atto che gli amministratori di molti Comuni aspettavano da tempo, perché la nuova norma, che prevede l'adeguamento degli impianti, riguarda, anche le imprese del settore alberghiero (hotel, agriturismi, ecc.) che offrono questo tipo di servizio.

La regione aveva deciso di introdurre modifiche alla legge in quanto erano emerse "Rilevanti difficolta' per quanto concerne gli aspetti legati al riciclo, al rinnovo e al reintegro delle acque di balneazione in rapporto agli effettivi utenti delle piscine, alla disponibilita' dei locali per alcuni servizi complementari obbligatori, ai presidi per ridurre il rischio di scivolamento, alle modalita' di realizzazione dei processi per il mantenimento dei parametri chimico-fisici delle acque nei livelli previsti per il loro utilizzo in sicurezza" come si legge nel testo della legge.

Insomma, si trattava di mettere in sicurezza gli impianti di balneazione, ma la cosa poteva causare problemi, visiti i tempi stretti, soprattutto agli agriturismi, rischiando quindi di danneggiare, indirettamente, importanti soggetti del settore turistico.

Il 21 gennaio 2016 il Comune di Pomarance, insieme a Castelnuovo Val di Cecina e Monteverdi Marittimo avevano sottoscritto la richiesta di proroga in merito alla normativa per l'adeguamento degli impianti natatori, che dovrebbe entrare in vigore al 31 marzo 2016.

"Abbiamo ritenuto importante aderire alla richiesta di deroga visto il coinvolgimento delle numerose attività turistico-ricettive presenti nel nostro comune - spiega la consigliera del Comune di Pomarance Monica Antoni - ed il conseguente appesantimento economico ed organizzativo che l'entrata in vigore della legge comporta per tali attività".

Chianciano Terme è Comune capofila dell'iniziativa. La richiesta era stata presentata al presidente della terza Commissione sanità e politiche sociali del consiglio regionale della Toscana. La proroga della normativa sposta il termine sull’adeguamento degli impianti natatori al 31 dicembre 2016.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità