QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 21 novembre 2017

Politica martedì 07 novembre 2017 ore 16:40

"Dalla Valdera a Volterra, serve un rilancio"

Massimiliano Sonetti

Il segretario provinciale Pd Sonetti espone alcune riflessioni sull'asse Pontedera-Alta Valdera-Val di Cecina:

PONTEDERA — Ripensare i territori in questo mondo in continuo mutamento, valorizzando le vocazioni di ogni zona e rilanciando quell'asse che lega Pontedera, l'Alta Valdera e la Val di Cecina. E' questo, in estrema sintesi, il pensiero del segretario provinciale Pd Massimiliano Sonetti che ha esposto in una nota stampa alcune sue riflessioni su queste zone

"La fase che sta attraversando il nostro Paese - ha cominciato Sonetti - ci impone di ripensare il rapporto con il nostro territorio. La provincia di Pisa racchiude in se grandi vocazioni. Quella dei saperi, con le sue università e ricerca, dell'industria, dell'agricoltura, del turismo e della sanità. Sono solo alcune delle macro tematiche nelle quali il Pd deve essere punto di riferimento politico nel nostro Paese e, nel nostro caso, del territorio. Una riflessione questa che merita una discussione complessiva, ma che vorrei declinare a due importanti aree: la Val d'Era e l'Alta val di Cecina".

Il segretario Pd prosegue: "Da Pontedera a Volterra, passando per l'Alta Valdera, industria, piccola e media impresa, agricoltura e turismo, sono elementi che caratterizzano queste zone da decenni. Hanno fatto la fortuna e la ricchezza dei nostri territori, ma siamo arrivati ad un punto che, vuoi per la crisi, vuoi per i grandi cambiamenti che attraversano il mondo, è necessario un rilancio. Non possiamo più permetterci di concentrare l'attenzione sull'esistente, ma dobbiamo aprirci alle nuove frontiere senza dogmi. Rinunciare oggi a politiche di sviluppo che tengano conto del rispetto dell'ambiente è impensabile, così come interpretare alcuni grandi settori della produzione in senso monosettoriale. Gli investimenti della Piaggio in nuovi campi che escono dalle abituali due ruote, come ad esempio la robotica, supportata dalla eccellente ricerca della Scuola Sant'Anna nel "dente" della fabbrica, rappresentano un ghiotta occasione per un rilancio territoriale della azienda, da governare in maniera efficace in modo che l'industria 4.0 abbia ricadute positive per l'indotto e tutto il territorio. Cura dell'ambiente e investimenti in sicurezza sono necessario per difendere la cittadinanza e la produzione da un clima instabile che non fa mancare negli ultimi anni intensi e frequenti calamità. Proteggere un territorio come il nostro non è solo un investimento in sicurezza, ma anche economico".

"Il settore turistico sportivo-ambientale - ha aggiunto Sonetti - è in crescita e raccoglie sia i movimenti interni al Paese, sia quelli stranieri. Luoghi bellissimi come quelli che caratterizzano l'Alta Val d'Era e l'Alta Val di Cecina, hanno una forte attrattività e hanno bisogno di infrastrutture che le tengano collegate ai principali centri di comunicazione concentrati tra Pisa e tutto il Val d'Arno. I comuni dell'Alta Valdera e Volterra, insieme agli altri comuni della Val di Cecina, rappresentano un centro di riferimento per alcuni settori strategici del nostro Paese e del nostro territorio, come il turismo, la sanità e, non per ultima, l'agricoltura. E poi la viabilità, che ancora oggi non è all'altezza delle necessità del territorio e dei cittadini. Questa deve proiettare Volterra e la Val di Cecina in questo nuovo secolo. Aver puntato tutto sul micro governo, senza dedicarsi a progetti con ricadute di ricchezza sulla collettività, fa di Volterra una cittadina che non può permettersi di vedere un domani in serenità. Il Pd provinciale è molto vicino alla realtà volterrana, non molti mesi fa abbiamo portato avanti la battaglia per il centro ospedaliero, raggiungendo insieme alla Regione un importante risultato. Questo vale per tutte le altre importanti sfide che Volterra non deve assolutamente perdere".

E conclude: "I congressi che abbiamo concluso da non molto ci hanno dato nuove forze alla guida di unioni comunali e circoli territoriali, insieme alle altre già esistenti che stanno portando avanti un buon lavoro, questa è l'occasione per elaborare nuove politiche in supporto dei nostri amministratori e consiglieri, sia dove rappresentiamo la maggioranza sia deve siamo all'opposizione. Siamo l'unico baluardo di un'idea di governo locale che non si pieghi alla becera propaganda nazionale basata sul cavalcare le paure altrui. Mettiamoli a frutto e potremo rimanere il punto di riferimento di sempre".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità