QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 7° 
Domani -1°9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 06 dicembre 2016

Attualità mercoledì 02 marzo 2016 ore 16:20

Il treno letterario è pronto a partire

Gli scrittori faranno da ciceroni sul treno

Presentato il programma completo. L'assesore Dei: "Viaggerà su tre binari, fra letteratura, etruschi e ferrovia". Gli scrittori fanno da ciceroni

VOLTERRA — Da domenica 13 marzo parte l’avventura del Treno letterario, l’idea nata dal portale toscanalibri.it insieme ai Comuni di Volterra e Cecina per rispondere al bando regionale per la valorizzazione delle tratte ferroviarie minori della Toscana.

L’idea è semplice. Se un tempo è stato il treno a unire ed avvicinare i territori, in questo caso l’alta e bassa Val di Cecina, altrettanto può esserlo oggi per far scoprire le storie comuni di questi luoghi. Sono quindi stati scelti tre temi di grande richiamo e interesse, destinati ai residenti e ai turisti che vorranno provare l’esperienza di una giornata unica tra Volterra e Cecina.

"Un progetto nato per rispondere al bando della Regione Toscana perché per Volterra e per tutti i Comuni dell'Alta e Bassa Val di Cecina il treno rappresenta fonte di vita e vitalità di idee - ha sottolineato Alessia Dei, assessore alla cultura del Comune di Volterra - Un progetto che viaggia su tre binari. Il treno come mezzo di locomozione essenziale per il nostro territorio. Gli etruschi che accomunano tutti i paesi dell'Alta e Bassa Val di Cecina. La letteratura che accomuna la costa come l'entroterra grazie alle opere di Cassola, Persio Flacco o D'Annunzio".

"Abbiamo iniziato un percorso che non è mai facile, di valorizzazione di un territorio che ci racchiude intorno al tema del turismo e del patrimonio culturale che e' comune" ha detto l'assessore al turismo del Comune di Cecina Paolo Biasci.

L’epoca degli antichi etruschi, la cui presenza è oggi ben testimoniata in entrambe le città, l’epopea della familia romana dei Caecinae che dalla collina si trasferirà sulla costa, e il recupero di una figura tanto importante quanto oggi apparentemente offuscata quale lo scrittore Carlo Cassola sono i temi conduttori dei viaggi proposti.

In treno, a fare da ciceroni scrittori come Marco Vichi, Marco Buticchi, musicisti come Stefano Cocco Cantini, storici come Fulvia Donati, Simona Rafanelli, Elena Sorge, Daniele Luti, Stefano Genovesi. Il programma prevede poi trasferimenti nei musei civici, presentazioni letterarie e nei luoghi delle storie raccontate.

"Chiediamo alle persone di dedicare una giornata sostanzialmente a se stesse - ha aggiunto Michele Taddei, coordinatore di Toscanalibri.it - per un progetto culturale e turistico. Si rivolge, infatti, sia ai turisti che già conoscono quelle terre ma è anche un prodotto culturale grazie a delle guide d'eccezione che ci hanno donato parte del loro tempo per illustrarci luoghi e storie uniche".

"Adoro viaggiare in treno - ha concluso lo scrittore Marco Vichi - L'idea di far succedere delle cose sui treni mi piace moltissimo e' un modo di viaggiare sempre affascinante soprattutto se legato alla cultura".

Per la partecipazione, a numero chiuso, sarà necessaria la prenotazione e un biglietto (€ 22,00 adulti - € 10,00 bambini fino a 12 anni) a cura della agenzia Samovar di Pisa (info@samovargroup.it | www.sbooking.it). Per i partecipanti è stato anche lanciato l’hashtag #trenoletterario2016.

Informazioni su www.toscanalibri.it (redazione@toscanalibri.it – 0577 391787)

Il programma

Domenica 13 marzo

I LUOGHI DI CARLO CASSOLA.

IN VIAGGIO CON DANIELE LUTI

Lo scrittore Carlo Cassola (Roma, 1917 – Montecarlo di Lucca, 1987) ha dimorato a lungo nel volterrano, utilizzando spesso il treno da Cecina a Saline e ritorno. La sua esperienza di pendolare fu fonte di ispirazione per “Ferrovia locale”, romanzo di persone, piccole storie, paesaggi. Un micro-cosmo visto al di là e al di qua del finestrino di un treno.

Domenica 3 aprile

ALLA SCOPERTA DEGLI ETRUSCHI.

IN VIAGGIO CON STEFANO COCCO CANTINI E SIMONA RAFANELLI

Sono gli etruschi, nel VII secolo a.C., a dare vita a Velathri, costruendo poi la grande cinta muraria lunga oltre sette chilometri che ha permesso a Volterra di divenire una delle dodici Città-Stato che formarono la nazione etrusca, con un territorio che si estendeva dal fiume Pesa al mar Tirreno e dall'Arno al bacino del fiume Cornia.

Domenica 10 aprile

VOLTERRA E CECINA AL TEMPO DEI ROMANI.

IN VIAGGIO CON ELENA SORGE E MARCO VICHI

Volterra si sottomette a Roma verso il 260 a.C. ed entra nella confederazione italica con il nome di Volaterrae. Ottiene la cittadinanza romana nel 90 a.C. ma durante la guerra civile tra Mario e Silla, il territorio è dichiarato ager publicus. Solo l’intervento di Cicerone, amico dei Caecinae, potente famiglia volterrana, permette alla città di tornare in possesso di gran parte delle terre confiscate e godere di un periodo di prosperità.

Domenica 24 aprile

ALLA SCOPERTA DEGLI ETRUSCHI.

IN VIAGGIO CON MARCO BUTICCHI E STEFANO GENOVESI

Già al tempo degli Etruschi, la Val di Cecina costituiva la direttrice che dal mare conduceva ad una delle più potenti metropoli del tempo, Volterra. Il toponimo Cecina, di origine etrusca, è infatti legato al cognome di una potente gens etrusca di origine volterrana, i Ceicna, conosciuti in epoca romana come Caecinae. In collaborazione con le Cooperative Il Cosmo, Capitolium e itinera.

Domenica 8 maggio

CECINA E VOLTERRA AL TEMPO DEI ROMANI.

IN VIAGGIO CON FULVIA DONATI E STEFANO GENOVESI

Si hanno tracce della dominazione romana del territorio dove sorge Cecina da quando un alto personaggio imperiale, il console Albino Cecina ordinò la costruzione di una villa, i cui resti sono tutt'oggi visitabili in località San Vincenzino. In collaborazione con le Cooperative Il Cosmo, Capitolium e itinera.

Domenica 29 maggio

I LUOGHI DI CARLO CASSOLA.

IN VIAGGIO CON DANIELE LUTI

Un viaggio dell’anima nei posti che hanno ispirato il grande scrittore alla stesura di “Tempi Memorabili” e rivivere le stesse emozioni che Fausto, il protagonista, ha vissuto in quell’estate memorabile in cui conosce Anna e con lei l’amore, sigillando Marina di Cecina come un luogo caro al suo cuore.

VINCENZO CECCARELLI SU TRENO LETTERARIO
MICHELE TADDEI SU TRENO LETTERARIO
Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

Politica