QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 19° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 24 ottobre 2017

Attualità mercoledì 20 settembre 2017 ore 17:00

La Deposizione del Rosso è partita per Firenze

Un dettaglio della "Deposizione di Volterra" del Rosso Fiorentino

La "Deposizione della Croce" del Rosso Fiorentino e " Il compianto su Cristo Morto" di De Witte andranno in mostra a palazzo Strozzi per quattro mesi

VOLTERRA — Le due celebri opere d'arte custodite alla Pinacoteca, la Deposizione del Rosso, detta anche Deposizione di Volterra, e Il Compianto di Pieter De Witte, sono partite alla volta di Firenze, dove dal 21 settembre al 21 gennaio 2018 è in programma la mostra Il Cinquecento a Firenze.

"La Deposizione del Rosso rappresenterà Volterra agli occhi del mondo nella grande mostra di Palazzo Strozzi - ha assicurato il primo cittadino -. La mostra fiorentina è un'operazione condivisa con la Chiesa volterrana che porterà anche, tra gli effetti più attesi a livello locale, alla realizzazione di una Sala dedicata alla Deposizione del Rosso, come centro nevralgico del percorso espositivo della Pinacoteca, con allestimento, microclima e illuminazione studiate nei minimi dettagli".

"Come in tutti i viaggi, al momento della partenza, si è divisi tra eccitazione e dolore - ha poi commentato la neo assessora alla cultura, Eleonora Raspi -. Un prestito di un'opera d'arte (e in questo caso di due) è sempre una decisione sofferta, perché priva, se pur temporaneamente, la città di uno dei suoi tesori. Contemporaneamente però, porta apertura, conoscenza, dialogo e messa in gioco. Questa la ragione per cui mi trovo ad accogliere con entusiasmo l'operazione iniziata dal mio predecessore alla cultura Alessia Dei, con il supporto del sindaco e del direttore della Pinacoteca di Volterra Alessandro Furiesi, di includere la Deposizione di Rosso Fiorentino e Il compianto su Cristo Morto di De Witte nella grande mostra di Palazzo Strozzi". 

"Un'occasione unica per la nostra città - ha concluso Raspi - di portare al di fuori delle mura due dei nostri tesori più grandi; un'occasione per gli spettatori di vederli inseriti in un contesto come quello che la mostra offre. In particolare, dopo un emozionante torso non finito di Michelangelo, Rosso erge fiero accompagnato da Pontormo e Bronzino accanto a lui, come vecchi amici che si ritrovano insieme dopo molti anni. Un trittico da togliere il fiato, una materia ancora viva, lucente e tangibile, capace ancora di parlare al nostro contemporaneo".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità