QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 13° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 23 novembre 2017

Attualità mercoledì 18 ottobre 2017 ore 18:12

Le opere degli studenti diventano premi

Le due opere realizzate dagli studenti

I lavori dei ragazzi del Carducci sono stati scelti dalla Protezione civile come riconoscimenti per l'annuale Giornata della Protezione civile a Pisa

VOLTERRA — Particolarmente significative le opere create dagli studenti del Liceo Artistico “Carducci” di Volterra, scelte per i premi che la Protezione Civile ha consegnato nella 13° edizione della “Giornata della Protezione Civile”, tenutasi il 30 Settembre scorso a Pisa, in Piazza Vittorio Emanuele II. Queste opere si uniscono a tutte le altre, sempre di alto livello qualitativo, che dal 2006 l’Istituto d’Arte di Volterra, poi divenuto Liceo Artistico, ha prodotto ogni anno, prima per il premio “Semeraro”, cui si è aggiunto nel 2011, il premio “Verdigi”.

Quest’anno il tema scelto dagli studenti ha focalizzato il cuore dell’attività della Protezione Civile: la “Protezione” e la “Rinascita”, attraverso due opere realizzate nei laboratori del Liceo Artistico di Volterra. La prima rappresenta delle braccia in pietra che proteggono una sfera centrale simbolo del nostro pianeta sul quale incombe una nuvola scura e minacciosa. La scultura è stata creata dalla classe V con tre tipologie di alabastri: scaglione, bardiglio e agata utilizzando tradizionali tecniche di lavorazione scultorea e di tornitura. La seconda è stata realizzata dalla classe IV, indirizzo Arti Figurative, cercando di rendere l'idea della speranza: un germoglio di rame è stato inserito all'interno delle radici di un bonsai; il germoglio prosegue sino alla base dove succhia simbolicamente linfa vitale che rigenera la vita. Il basamento è in alabastro bardiglio giallo, per creare un contrasto sia cromatico che di materiali; una cornice di metallo racchiude al suo interno l'idea.

Gli studenti-artisti insieme ai loro docenti, hanno partecipato alla cerimonia di premiazione che ha visto coinvolti autorità, cittadini ed operatori, volontari e non, quotidianamente impegnati nel settore della Protezione Civile, in una piazza dove erano esposti mezzi e attrezzature utilizzate dalla Protezione Civile di Pisa durante le emergenze. Hanno partecipato alla giornata il sindaco di Pisa Marco Filippeschi, il vicesindaco Paolo Ghezzi, il prefetto Angela Pagliuca, l’assessore regionale all'Ambiente e Difesa del Suolo Federica Fratoni e il capo del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri Angelo Borrelli.

Il sindaco Filippeschi ha sottolineato che l’attività della Protezione Civile dimostra la cultura dell’impegno sociale e della cittadinanza attiva, ripercorrendo le attività dell’ultimo anno legate agli eventi più importanti. Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha messo in evidenza l’importanza della prevenzione «Siamo qui per fare un bilancio di quello che è stato fatto ma anche per parlare di prevenzione. Il 14% dei comuni italiani non ha il piano di protezione civile. Come prima cosa, nel momento in cui mi sono insediato, ho chiesto che tutti i comuni italiani si dotino del proprio piano comunale». «L’altra priorità – ha aggiunto Borrelli- è certamente l’allertamento. Solo 12 regioni hanno recepito le indicazioni operative che riguardano le allerte e i codici colore e solo 7 regioni hanno recepito le indicazioni sulle fasi operative conseguenti. (…) dobbiamo lavorare sempre meglio con il coinvolgimento delle Regioni e dell’ANCI». La cerimonia si è conclusa con la consegna dei premi, nati con lo scopo di promuovere, sviluppare e coltivare la crescita dell’impegno nell’ambito della Protezione Civile. Quest’anno sono stati assegnati i seguenti premi:

PREMIO MARCO VERDIGI(premio per non addetti ai lavori) a Fabio Salzetta per aver guidato, con lucidità e perizia, le squadre di soccorso in occasione dell’evento di Rigopiano.

PREMIO PAOLO SEMERARO (premio per addetti ai lavori) alla Squadra U.S.A.R. Toscana per aver operato con perizia e abnegazione in molteplici scenari internazionali e nazionali, da ultimo Rigopiano e Ischia, sviluppando e applicando la cultura dell’ Urban Search And Rescue.

PREMIO INTERNAZIONALE “KINZICA PER LA PROTEZIONE CIVILE” (su proposta del Dipartimento di Protezione Civile) all’Ing. Fabrizio Curcio per aver operato in molteplici emergenze nazionali e internazionali, a riconoscimento dello spirito di dedizione e per il qualificato contributo di competenze apportato al sistema nazionale di Protezione Civile.

E’ significativo il fatto che le opere-premio siano ogni anno realizzate dagli studenti del Liceo Artistico volterrano: un riconoscimento alle competenze, alla passione, alla creatività che studenti e docenti dimostrano, un’occasione importante per i giovani artisti per riflettere sull’impegno cui è chiamata la Protezione Civile in occasione di calamità di ogni genere, sui temi della cittadinanza attiva, della responsabilità verso gli altri e verso il nostro territorio. Le opere dimostrano anche un modo di ‘fare scuola’ che mette al centro le potenzialità di ogni ragazzo, , in un percorso didattico teso a valorizzare le idee e la progettualità degli studenti.

Il Dirigente Scolastico, prof. Luca Guerranti, e l’intero Istituto “Carducci” si congratulano con gli studenti e con i docenti del Liceo Artistico per l’impegno, la creatività, le competenze che ancora una volta hanno dimostrato e che confermano l’alto livello di formazione che il Liceo dà e gli interessi che sviluppa negli studenti, portando alla luce le loro potenzialità e la loro vivacità creativa.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità