QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 19° 
Domani 17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 24 ottobre 2017

Attualità martedì 10 ottobre 2017 ore 17:43

"Pediatria a rischio? Aspettiamo smentita di Asl"

Il sincaco Buselli preoccupatissimo: "Ogni giorno che passa è più difficile chiudere una trattativa, soprattutto se lo spirito è questo"

VOLTERRA — "Sembra che l'Azienda, attraverso la delibera di riorganizzazione, intenda cancellare la sezione di Pediatria a Volterra". Ad annunciarlo è il sindaco di Volterra Marco Buselli che ha aggiunto: "Aspetto una smentita immediata da parte dell'Asl, che sta facendo comunque continue provocazioni. Questa sarebbe davvero la goccia che fa traboccare il vaso".

"Aspettiamo a questo punto che la Regione non metta più tempo in mezzo e che le questioni vengano messe tutte sul tavolo – ha proseguito il primo cittadino - ogni giorno che passa è più difficile chiudere una trattativa, soprattutto se lo spirito è questo. Se anziché accogliere le giuste richieste del gruppo delle mamme, si va a cancellare la sezione di Pediatria a Volterra, come sembra, torneremo a sbattagliare per i nostri diritti". 

"Nella prossima Commissione Sanità - ha annunciato Buselli - che faremo a Castelnuovo, tratteremo anche di questo. In concomitanza con la manifestazione abbiamo ottenuto che l'urgenza chirurgica e ortopedica non vengano tolte a Volterra, che chirurgia e ortopedia non chiudano il fine settimana e che siano aperte sulle ventiquattro ore, che si metta l'automedica di notte al Pronto Soccorso e la Blsd a Saline di Volterra h24, nonché la promessa da parte dell'assessore Saccardi che i posti letto dell'Ospedale non si toccano. Ma questi mesi non hanno visto metter mano nemmeno agli interventi urgenti, come quello dell'automedica o della copertura dell'emergenza a Saline di Volterra. Questi interventi non possono essere legati alla trattativa nel suo complesso e se dovesse succedere qualcosa perchè i servizi non sono stati ancora attivati, non esiteremmo a denunciare l'Asl agli organi competenti".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Attualità

Attualità