QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 18°27° 
Domani 17°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 28 giugno 2016

Attualità lunedì 11 gennaio 2016 ore 13:05

Se una scarpa diventa l'arte di una studentessa

Alice Montefiori ha curato e allestito una sua mostra personale nell'aula magna del liceo artistico. Ecco il racconto delle sue creazioni

VOLTERRA — Un evento particolarmente significativo ha aperto questo anno scolastico al liceo artistico dell’Iis Carducci di Volterra: una ragazza del quarto anno, Alice Montefiori, ha curato e allestito una sua mostra personale nell'aula magna del liceo artistico con sue creazioni frutto di una riflessione profonda sul nesso: scarpa-esperienza-individuale-viaggio.

Una scarpa in terracotta “arricchita da numerosi elementi simbolici, è la protagonista indiscussa del lavoro dell’artista” afferma la dottoressa Benedetta Pratelli nella sua presentazione della mostra “colorata e decontestualizzata, viene sottoposta ad un’operazione di straniamento e defunzionalizzazione, invitando il pubblico a pensare un oggetto comune come un’opera d’arte”.

In mostra sono esposte le scarpe e alcuni oggetti personali dei protagonisti di un’intervista realizzata da Alice, fotografie, video, testi appesi che contribuiscono a trasformare “questo laboratorio di arte creativa in un mondo fuori dal quotidiano, uno spazio originale” nel quale “siamo invitati a ricercare significati reconditi, memorie passate e riflessioni extraquotidiane, che soltanto l’arte riesce ad evocare”, afferma ancora la dottoressa Pratelli, che collabora con l’associazione culturale BlobART di Livorno per il Premio di Arte Contemporanea Combat.

L'inaugurazione della mostra si è tenuta martedì 19 dicembre. Gli altri appuntamenti sono per il 16 e 23 gennaio ed il 6 febbraio dalle 15 alle ore 19 presso il laboratorio di arti figurative del liceo artistico di Volterra. 

Ecco come Alice ci comunica la sua esperienza:

Una vecchia forma da scarpe: è da lì che il mio viaggio è cominciato. Passo dopo passo i miei stessi piedi hanno segnato la via da seguire. La progettazione e la realizzazione della scarpa, le foto durante le varie fasi di lavorazione, le interviste, le foto degli oggetti significativi del senso che il viaggio assume per ognuno degli intervistati e la collocazione di un paio di scarpe per ciascuno. Poi le riprese e il montaggio dei video, l'ideazione di un percorso all'interno dello spazio scolastico, la preparazione grafica della locandina e delle cartoline, l'allestimento vero e proprio della mostra. Le ulteriori riprese per documentare i segni lasciati dal passaggio dei visitatori, le altre effettuate durante le uscite scolastiche a Volterra ed al Nelson Mandela Forum, l'incontro con la curatrice e infine il giorno dell'inaugurazione hanno fatto proseguire il viaggio! Nella traccia lasciata dai miei piedi in movimento e dai miei pensieri, nel mio sguardo che si posa su quella traccia e sul mondo intorno e dentro di me, infinite orme che, ora più lievi, ora più marcate, vanno a costruire la mia storia dandole una forma compiuta.

Ringrazio per il supporto i miei proff. Fabio Nocenti e Ferdinando Cerri e il tecnico di laboratorio Paolo Meniconi oltre che tutti gli insegnanti del Liceo Artistico per la loro collaborazione. Ringrazio anche Franco Salvadori, vicepresidente dell'Associazione Culturale BlobART per il sostegno che ha dato per la presentazione del mio lavoro coinvolgendo la dottoressa Benedetta Pratelli che ha presentato la mostra con competenza e passione.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Sport

Sport

Attualità