QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°24° 
Domani 10°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 25 aprile 2018

Politica martedì 17 aprile 2018 ore 10:00

Nuovi ambiti turistici, la lista civica plaude

"Uniti per Volterra" si dice favorevole alla nuova legge regionale per la gestione del turismo, che vede l'area di Volterra unita alla Valdelsa



VOLTERRA — La proposta di legge presentata dal presidente della commissione Sviluppo Economico e Turismo della Regione, Anselmi, prevede 27 nuovi ambiti turistici regionali, che sostituiranno gli ambiti provinciali. Volterra risulta inserita nel nuovo ambito "Terre di Valdelsa e dell'Etruria Volterrana".

"Salutiamo con soddisfazione - questo il primo commento della lista civica "Uniti per Volterra", rappresentata in consiglio da Paolo Moschi - la nascita del nuovi ambiti per la gestione in forma associata di accoglienza ed informazione turistica".

"Dopo anni di battaglie - prosegue la nota di Upv -, la Lista Civica non può che gioire il fatto di veder riconosciuta una verità storica e naturale: ovvero la nostra omogeneità alla Valdelsa. Nel nuovo ambito turistico Volterra non sarà sola: ma con Montecatini, Pomarance, Castelnuovo e Monteverdi, si unirà a San Gimignano, Colle val d'Elsa, Casole, Radicondoli, Poggibonsi e Monteriggioni. Un'area affine geo - morfologicamente e storicamente. Inoltre l'asse Volterra-San Gimignano è già esistente da anni all'estero, e da una reale sinergia noi non potremmo fare altro che beneficiarne. Infatti l'appetibilità di quest'area, ricchissima sotto ogni profilo: culturale, artistico, ambientale, strutturale, enogastronomico, ci permette di correre al pari di molti capoluoghi di provincia". 

"La scommessa adesso sarà lavorare insieme realmente. Bene la nuova app per i tesori di Volterra e di San Gimignano. Ma la scommessa è quella di mettere in rete i comuni e gli enti turistici, e noi già immaginiamo resistenze derivate da vecchie concezioni, nonché un lavoro di promozione comune che deve ancora nascere. Dovrà nascere adesso una mentalità nuova, che vada oltre i confini provinciali, e che riesca a lavorare a 360 gradi. Nel passato le provincie hanno segnato molto i territori, e ovviamente questo è andato a vantaggio dei comuni capoluogo e limitrofi. Noi non abbiamo che da guadagnare da questa opportunità, che è di tutta l'Alta Val di Cecina. O meglio, dell'Etruria Volterrana, termine che potremmo tranquillamente estendere, anche a tutta la Valdelsa".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica