QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 9° 
Domani -3°9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 18 dicembre 2017

Attualità martedì 28 novembre 2017 ore 15:30

Ospedale, Cgil positiva ma senza trionfalismi

Il sindacato ha commentato l'esito della riunione: "Tagli dei posti letto ma raddoppio dell'attività chirurgica ambulatoriale e d'urgenza"

VOLTERRA — "I posti letto nell'ospedale di Volterra subiscono purtroppo una riduzione nell'immediato ma è altrettanto vero che abbiamo ottenuto un impegno a saturare tutti gli spazi di sala operatoria con un numero di interventi doppi rispetto a quelli che si fanno oggi su Volterra (altrimenti non avremmo espresso un giudizio positivo). I letti saranno rivisti in aumento a mano a mano che le attività aumenteranno. Diciamo la verità, la cosa più importante è il volume delle attività che si faranno a Volterra e non i posti letto che sono generalmente una conseguenza". Parole positive dalla Cgil Pisa in merito alla riunione in Regione Toscana sull'ospedale volterrano.

Dopo il botta e risposta fra il sindaco Marco Buselli, che ha definito l'operazione un taglio indiscriminato di posti letto, e l'assessore regionale alla salute Stefania Saccardi, la Cgil Pisa si pone in mezzo: "Noi esprimiamo massimo rispetto per chi ritiene che il punto di caduta non sia sufficiente, ma pretendiamo lo stesso verso chi la pensa diversamente. Per dare un giudizio di merito dobbiamo essere consapevoli da dove siamo partiti e dove siamo arrivati".

"Per primi - precisano dal sindacato -, a gennaio 2017 ci siamo attivati nel denunciare le pessime intenzioni di riorganizzazione della Usl che all'inizio rappresentavano una vera sciagura per l'ospedale stesso. Siamo l'unico sindacato che non si è limitato a denunciare cosa non andava, ma al contrario ha presentato una proposta alternativa. Abbiamo voluto e partecipato alla manifestazione dando un contributo rilevante. Nel penultimo incontro, molti erano disponibili a chiudere un accordo; noi insieme al Sindaco di Volterra siamo stati i fautori di un rinvio, e abbiamo avuto ragione visto che nell'ultimo incontro si sono ottenute modifiche importantissime e sostanziali. Alcune richieste da Buselli, altre ottenute grazie alla convergente richiesta della Cgil e del consigliere Mazzeo presente al tavolo".

E aggiungono: "Per tre ragioni, merito, tempo e opportunità abbiamo ritenuto che fosse il momento di chiudere questa fase. Questo significa che in caso di non rispetto degli impegni presi, ci sarà la necessità di aprirne un'altra. Merito, perché il contenuto della Proposta dopo una lunga discussione oggi risulta sostanzialmente positivo anche se ovviamente permangono alcune perplessità e soprattutto la necessità della verifica degli avanzamenti. Tempo, perché il 1/1/2018 (data ultima x mettersi in regola con la legge Balduzzi) è vicinissimo e non chiudere la vertenza, avrebbe significato lasciare campo libero alla USL di calare la norma a suo piacimento con la probabilità di far rimanere ben poco dell'ospedale. Opportunità, perché dopo quasi un anno di vertenza aperta le tensioni si sono scaricate su gli operatori sanitari e sull'utenza. Le dure uscite a mezzo stampa, se pur necessarie a lungo andare si possono riflettere negativamente sulla propensione a recarsi per cure nel presidio stesso.

"Ora - concludono dalla Cgil - la Usl ha il compito di rispettare la proposta organizzativa, a noi, e non solo a noi, ma a tutta la comunità del territorio, spetta di vigilare sulla sua realizzazione. Abbiamo chiuso una fase vertenziale ma se fosse necessario riaprirla, non esiteremo certo a farlo. Ricordiamo inoltre a tutti gli amministratori locali - chiudono - che la scorsa settimana abbiamo inviato unitariamente a CISL e UIL richieste d’incontro alle quattro Società della Salute della Provincia per aprire un confronto in merito alla Programmazione dei Servizi Socio Sanitari e Socio Assistenziali per conoscere le linee di indirizzo utili alla definizione dei Piani Attuativi Locali".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Politica

Politica

Politica