QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 18°30° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 29 luglio 2016

Attualità mercoledì 13 gennaio 2016 ore 11:03

Una proposta per le Ripaie

Il cittadino che aveva pubblicato le foto degli squarci torna sull'argomento. "La risposta di Tanzini non mi ha soddisfatto. Ecco la mia idea"

VOLTERRA — La risposta dall'assessore allo sport Tanzini in merito al rifacimento delle piste dello stadio non ha soddisfatto il cittadino che qualche giorno fa aveva pubblicato su Facebook le foto di ampi strappi nella superficie della pista di atletica alle Ripaie. L'assessore aveva spiegato che alcuni investimenti sono già stati fatti: secondo Tanzini, infatti, si trattava di garantire prima alcuni requisiti per mettere l'impianto a norma di legge ed evitarne la chiusura. Sempre a detta di Tanzini, un intervento per consolidare la pista sarebbe troppo oneroso.

Ma le parole dell'assessore non sono bastate a Emiliano Raspi, che ha deciso di lanciare la propria idea. "Ipotizzare di consolidare geologicamente la curva opposta a quella degli spogliatoi per, poi, procedere al rifacimento della pista, equivale a dire di non poter far assolutamente niente, in quanto la spesa superebbe, e di gran lunga, il milione di euro" esordisce l'insegnante su Facebook.

"Stando a queste cifre - continua Raspi - chiunque tra di noi cari concittadini abbia un po' di sale in zucca, può' facilmente comprendere come il progetto, nella migliore delle ipotesi, almeno per i prossimi 10 o 20 anni sia del tutto irrealizzabile. Ma siccome non mi piace criticare a vanvera, senza proporre eventuali soluzioni, e considerato che da anni mi batto per una strada alternativa, vorrei proporre nuovamente quella che ritengo, a tutt'oggi, forse sia l'unica via praticabile e ragionevole".

Ed ecco la proposta di Raspi: "A mio modesto parere basterebbe far "riverniciare" con il tartan l'intero anello e ridisegnare la pista, in virtù' anche del fatto che la curva incriminata, a parte qualche avvallamento, è paradossalmente la parte della pista meglio conservata". Secondo Raspi, che di corse se ne intende, essendo lui stesso un corridore, il passo successivo dovrebbe essere quello di spostare la "zona pedane" nella parte adiacente gli spogliatoi: "Bonificando la parte opposta e decadente, facendoci un semplice praticello".

Raspi si pronuncia anche a proposito dei costi dell'intervento: "Forse molto inferiore ai 150mila euro, visto che in altre realtà si è spesa tale cifra a fronte delle 6 od 8 corsie, contro le sole 4 di Volterra! Tale soluzione, oltre all'aspetto economico, sarebbe vantaggiosa per altri motivi, in primis perché lo stadio acquisterebbe un aspetto e un decoro degno di una città "civile", poi perché, anche qualora in futuro si dovesse procedere al consolidamento della curva incriminata, almeno 320m circa dell'anello rimarrebbero fruibili e praticamente come nuovi ( il che vorrebbe dire rifare poi solo 80m di pista!), infine perchè darebbe una risposta immediata e duratura a coloro che usufruiscono dell'impianto sportivo" conclude il cittadino.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità