Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA11°23°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Attualità giovedì 20 agosto 2015 ore 07:25

Abbandonati 24 ore in aeroporto

Andrea Cappellini in aeroporto

La fine della vacanza si trasforma in un incubo: il volo da Catania a Roma rimandato 6 volte. Solo alle 3 di notte l'annuncio: si parte il giorno dopo



POMARANCE — Il volo Ryanair Catania-Roma doveva partire da Fontanarossa alle 16,15 del 18 agosto. Rinviato 6 volte, ogni 2 ore circa, alle 2,45 di notte è arrivato l'annuncio definitivo: l'aereo partirà per Fiumicino alle 16,15 del giorno dopo (ieri, 19 agosto).

Un giorno, e poi anche una notte, in aeroporto attendendo risposte e supporto che non sono arrivati, scatenando le inevitabili proteste e la rabbia dei passeggeri. Tra cui c'era anche Andrea Cappellini, giovane di Pomarance di ritorno da una vacanza in Sicilia con la ragazza, che ha raccontato la disavventura anche sui social, riscuotendo unanime indignazione.

"Sono stati davvero attimi brutti - ci spiega Andrea - dopo che Ryanair ha rimandato il volo per ben 6 volte, alle 2,45 è arrivato l'annuncio definitivo che saremmo partiti il giorno dopo". E' amareggiato Cappellini, che come gli altri ha atteso per ore e ha saputo solo in piena notte che sarebbe partito l'indomani, senza potersi organizzare e dovendo trascorrere la nottata sulle poltroncine, anzi per lui sul pavimento, del Fontanarossa.

Sì perchè non si tratta semplicemente di rovinarsi una vacanza, ma di una mancanza di attenzione e di una disorganizzazione che lasciano poco spazio ai commenti. "Tra di noi c'era anche una famiglia con una bambina che stamani mattina (ieri ndr) doveva iniziare il ciclo di chemio all'ospedale di Siena - racconta il giovane - Ma ovviamente a Ryanair non importa nulla dei problemi". Quella bimba, come gli altri, è arrivata a Roma il pomeriggio seguente, dopo ore ed ore di attesa senza sapere quando sarebbero partiti.

"Nessuno ci ha dato indicazioni, gli assistenti aeroportuali non sapevano quale scusa inventare ogni volta. Siamo passati dalla farse 'Sta arrivando un pezzo di ricambio', a quella 'A minuti partiremo' - spiega Cappellini - Invece niente, di due ore in due ore Ryanair rimandava, in maniera tale da arrivare alle 3 di notte e non poterci nemmeno garantire un posto letto da qualche parte".

"Così nella solitudine più totale, senza che nessuno ci degnasse, trattati come bestie da macello, ci hanno lasciati ad aspettare con gli occhi pieni di rabbia, senza alcuna garanzia - continua Andrea - Rinchiusi per ore, dentro un aeroporto. Puzzolenti, lerci, ma sopratutto soli".

Stessa sorte, in contemporanea, al volo Ryanair Roma-Catania con un altro maxi ritardo di 20 ore. Programmato alle 18,10 del 18 agosto, l'areo è partito alle ore 14 del giorno dopo, il 19. Nella mattinata a Fiumicino le proteste dei passeggeri, che anche in questo caso hanno atteso una notte intera dopo i rinvii, si sono fatte pesanti con tanto di presidio e grida davanti al gate. La notizia è stata riportata anche da alcuni quotidiani on line di Roma e della Sicilia.

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un nuovo caso registrato a Pomarance e altri sette in comuni del versante "Valli Etrusche". I numeri dei vaccinati sulla zona
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Politica