QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°15° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 08 dicembre 2019

Cronaca martedì 29 aprile 2014 ore 06:05

Due nuovi pozzi esplorativi al Masso delle Fanciulle

La società portoghese GESTO Geothermical Italy ha chiesto formalmente alla Regione Toscana il permesso di scavare due pozzi esplorativi lungo il fiume Cecina e Rifondazione comunista di Casole d'Elsa si oppone



POMARANCE — "E' di questi giorni la notizia che la società GESTO Geothermical Italy, della casa Portoghese GESTO, ha chiesto formalmente alla Regione Toscana il permesso di scavare due pozzi esplorativi di 2300 metri  di profondità ad un chilometro (1060 metri) di distanza dalla località “Masso delle Fanciulle” lungo il fiume Cecina nel Comune di Pomarance, provincia di Pisa". La notizia arriva dal Circolo 'Metello Tognetti' del Partito di Rifondazione Comunista di Casole d'Elsa.
Secondo i militanti del partito "si tratta di due pozzi esplorativi e non geognostici, il che vuol dire che su quell’area è già prevista la costruzione di una centrale per la risorsa geotermica ad alta entalpia per la produzione di energia elettrica, un vero e proprio insediamento industriale di 6000 metri quadrati per il cui funzionamento verrà prelevata acqua dal fiume Cecina in quantità pari a 70 metri cubi per ora".
Per queste due trivellazioni la società GESTO avrebbe richiesto la VIA alla Regione Toscana che dovrà esprimersi al riguardo entro giugno.
Secondo gli esponenti di Rifondazione Comunista "siamo davanti ad un vero e proprio attacco da parte di queste società che, dal momento che la Regione Toscana ha dato le concessioni per lo sfruttamento geotermico,arrivano da ogni parte e continuano a trivellare e a distruggere il nostro bene più prezioso:il territorio, fonte di ricchezza,ambientale, agricola e turistico-economica".
"Il Masso delle Fanciulle - scrive il circolo Prc - è un luogo della memoria collettiva di tutti gli abitanti dei comuni della nostra terra". Inoltre secondo il circolo di Rifondazione "il fiume Cecina è stato ampiamente rovinato, distrutto in alcune parti, e aggredito, questo sarebbe il colpo di grazia".
"Dobbiamo mobilitarci tutti - spiegano da Rifondazione - abbiamo tempo fino al 29 Maggio per mandare alla regione Toscana le nostre osservazioni di semplici cittadini per impedire questo progetto scellerato, possiamo firmare on line una petizione che sarà presente a breve, o raccogliere firme da portare in Regione perché più persone vengano a conoscenza di questo sopruso perpetrato contro di noi ad opera di società che niente hanno da darci ma solo da toglierci".

Fonte: Circolo “Metello Tognetti” Partito Rifondazione Comunista Casole d'Elsa



Tag

Lo spot di Natale è un fallimento: l'azienda perde in borsa e viene travolta dalle critiche, «È sessista»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Politica