QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 18°31° 
Domani 18°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 15 settembre 2019

Cultura sabato 23 agosto 2014 ore 17:30

Il volo della vita di Mario Niccolai

Per tanti anni Mario ha scritto le sue emozioni i forma di versi, ma solo adesso sono diventate un libro di poesie



POMARANCE — La Val di Cecina non è nuova, nonostante il territorio piccolo e di provincia, ad esperienze letterarie di scrittori non professionisti. Quella di Mario Niccolai, però, è sicuramente una storia particolare perchè solo adesso, che ha raggiunto una 'certa età' Mario, dopo una vita dedicata a lavoro e lontano dalla letteratura, ha pubblicato Il volo della vita, un libro le poesie che raccoglieva da anni.
Niccolai è molto conosciuto non solo a Montecerboli, la frazione del Comune di Pomarance, dive vive con la moglie, il figlio ed i tre nipoti. A quel paese di appena mille anime Mario è molto legato e partecipa da sempre in modo attivo alle associazioni, alle feste e alle attività del paese.

Per molto tempo, anzi per tutta la vita, Mario ha appuntato le sue emozioni su fogli che, per una timida forma di gelosia, ha sempre tenuto per sé. Adesso, ormai uomo della terza età, Niccolai ha maturato la decisione di condividere le sue composizioni poetiche. Ed ecco Il volo della vita, 80 pagine, edite in forma cartacea e digitale dalla casa editrice BookSprint Edizioni.
Una raccolta di poesie che è il resoconto delle emozioni dell’anima: custoditi e coccolati, i sentimenti più intimi dell’autore trovano espressione nelle numerose poesie che costituiscono la raccolta dal titolo emblematico.
Con leggerezza, e in alcuni casi non senza ironia, quello che Mario offre ai lettori è un viaggio lungo il corso di un’esperienza di vita comune eppure singolare. In un alternarsi di luci ed ombre, cioè di momenti rischiarati della speranza di una vita serena e di altri velati dalla nebbia del dramma, Niccolai racconta il suo vissuto e pesca nel mare dei ricordi più o meno distanti.
In una sorta di presentazione di sé, Mario apre la raccolta con la poesia “I miei 65 anni”; è qui che egli fissa, attraverso un fraseggio chiaro cadenzato dal ritmo semplice della rima baciata, i punti fondamentali della sua esistenza: l’appartenenza ad una famiglia semplice ed amorevole, il ritorno al luogo d’origine, l’amore per la donna che gli consente di vivere la più bella delle esperienze: la paternità. E da qui oggi la possibilità di godere dell’affetto di tre meravigliosi nipoti.

Fonte: BookSprint Edizioni



Tag

'Chi non salta comunista è', i cori dei giovani della Lega a Pontida mentre parla Salvini

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Politica

Politica

Attualità