Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:VOLTERRA20°35°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 06 luglio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Rocco Morabito, chi è l'ambasciatore «nobile» della ‘ndrangheta

Lavoro venerdì 11 marzo 2022 ore 14:59

In vendita pìù di 100 ettari di terreni agricoli

Trattore agricolo

Nella Banca delle terre agricole terreni all'asta a Casciana Terme, Montecatini Val di Cecina, San Giuliano Terme e Santa Luce



PISA — Ben 116 ettari di terreni agricoli, di proprietà di Ismea, sono in vendita nel Pisano tra Casciana, Montecatini Val di Cecina, San Giuliano Terme e Santa Luce, attraverso la Banca delle Terre Agricole, con una base d’asta complessiva di poco inferiore al milione di euro. Per Coldiretti Pisa si tratta di una interessante opportunità, per continuare a spingere il ricambio generazionale, favorire l’occupazione e l’innovazione nelle campagne.

“La disponibilità fondiaria è il muro più grande per chi vuole avviare un’attività agricola - ricorda Fabrizio Filippi, Presidente Coldiretti Pisa nonché Presidente Coldiretti Toscana -, e lo è soprattutto per i molti giovani senza una storia agricola alle spalle che quotidianamente si interfacciano con le nostre strutture, su tutto il territorio regionale, alla ricerca di terreni, finanziamenti, opportunità e consigli per sviluppare i loro progetti imprenditoriali. Partire da zero, senza la disponibilità di terreno, è molto più complicato. Con il quinto bando di Ismea potrebbero nascere, nella nostra regione, 43 aziende agricole di cui 4 nel Pisano”. 

I quattro lotti si trovano a Casciana Terme (quasi 35 ettari con base d’asta 237mila euro), Montecatini Val di Cecina (63 ettari e base d’asta 225mila euro), San Giuliano Terme (10 ettari a 249mila euro) e Santa Luce (7,7 ettari per 170mila euro). 

Per incoraggiare i giovani ad inseguire il loro sogno la Banca delle Terre, istituita con la legge n.154 del 28 luglio 2016 per agevolare proprio l’incontro tra domanda e offerta di terra, consente la possibilità di pagare il prezzo del terreno ratealmente per un periodo massimo di 30 anni. “Dalla Banca delle Terre – ha commentato in proposito Filippi - ci aspettiamo una nuova ed ulteriore spinta al processo di ricambio generazionale che è già in atto nelle nostre campagne”.

Per presentare le manifestazioni di interesse per la quinta edizione della Banca delle Terre Agricole c’è tempo fino alle 24 del 5 Giugno 2022. Il bando è stato aperto il 7 Marzo. Dopo l’invio della manifestazione di interesse, che avviene secondo una procedura guidata step by step dall’applicativo, si può partecipare alla procedura di vendita, presentando una propria offerta economica. Per i terreni che non sono al primo tentativo di vendita è prevista la possibilità di effettuare offerte anche al ribasso, per un massimo del 25% del valore a base d’asta per i terreni al secondo e terzo tentativo e del 35% per quelli al quarto incanto. Sul sito della Banca delle Terre è possibile consultare le modalità di partecipazione, le caratteristiche dei terreni ed inviare le manifestazioni di interesse.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un giovane destinatario di misura di custodia cautelare è stato fermato da due militari non in servizio in un bar di Cecina e accompagnato in carcere
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Ciro Vestita

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca