comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 16°28° 
Domani 16°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 13 luglio 2020
corriere tv
Roma, monopattini mania, arrivano gli steward in pettorina rossa: «Mai in due»

Cronaca domenica 01 giugno 2014 ore 09:50

Tre studenti premiati a Larderello in ricordo di Fiorella Nardi

I lavori degli alunni hanno avuto per tema la gioia, quella che la Professoressa aveva nell'insegnare ai suoi ragazzi



POMARANCE — La gioia è il tema sul quale hanno lavorato i ragazzi della scuola media di Larderello, nel Comune di Pomarance, in occasione del premio dedicato alla professoressa Fiorella Lenzi Nardi, ricordata dalla famiglia, dal Comune di Pomarance e dall'istituto scolastico del paese dove ha insegnato per una vita intera. Ieri mattina, 31 maggio, al teatro Florentia di Larderello i lavori migliori sono stati premiati alla presenza del sindaco Loris Martignoni, delle neo elette al consiglio comunale e papabili assessori nella prossima giunta Ilaria Bacci e Camilla Sguazzi, delle figlie di Fiorella, Federica e Francesca Nardi e dal professor Lido Bartalesi Lenzi, ex preside e presidente della commissione che ha giudicato i lavori degli alunni.
Per la classe prima, che aveva lavorato sul tema della gioia realizzando dei disegni, si è aggiudicato il premio Alessandro Bogi di Serrazzano con un elaborato ispirato a La Gioia di Vivere, il celebre quadro del pittore Matisse realizzato nel suo periodo Fauves. Tra le motivazioni che hanno spinto la commissione, composta dai familiari della professoressa, dall'ex preside e dai docenti, a scegliere questo disegno c'è il fatto che l'abbraccio come simbolo della gioia può rappresentare tante cose: "l'abbraccio tra due amici, tra due sposi, ma anche i naufraghi di Lampedusa che approdano alla terra".
Tra gli alunni della classe seconda, il cui compito era quello di comporre tesi poetici, ha vinto Lorenzo Mancini di Montecerboli con una poesia da lui scritta sul tema della gioia.
Per la classe terza, che doveva comporre una poesia accompagnata da una riflessione testuale, ha vinto Giulia Boldrini di Montecerboli con la poesia dedicata a suo fratello Matteo.
Il professor Lido Bartalesi Lenzi ha spiegato che il tema della gioia è stato scelto per ricordare quella che Fiorella aveva nell'insegnare ai suoi ragazzi ed ha invitato gli insegnati a trasmetterla agli studenti .
Il sindaco Martignoni ha ricordato con affetto la professoressa Fiorella a quattro anni dalla sua scomparsa e si è complimentato con gli studenti per i lavori svolti. Francesca Nardi ha ricordato agli alunni cos'era per lei la gioia quando aveva la loro età.
Una bella giornata per gli alunni delle tre classi della scuola media di Larderello che davanti a familiari ed insegnanti si sono esibiti anche nella recita della fiaba 'Il gatto con gli stivali'.

Di seguito la poesia di Giulia Boldrini della classe terza della Scuola Media Francesco De Larderel.
QUEL SORRISO
Quel volto che riconoscerei 
tra milioni di visi,
quel sorriso che appena vedo
mi fa provare una gioia immensa,
occhi vivaci di un azzurro acceso,
i capelli biondi,
ancora più chiari in estate,
con il loro ciuffo ritto
che a causa della ritrosa non vuole star giù.
Il nasino piccolo,
le labbra di un rosso sfavillante.
Quel sorriso,
e solo quel sorriso,
che è in grado di farmi provare,
una gioia immensa.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Attualità