Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA13°27°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 20 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Azovstal, il ministero della Difesa russo rilascia il video della resa degli ultimi soldati

Attualità giovedì 12 maggio 2022 ore 17:30

Dal Pnrr risorse per la Società della salute

La sede della Società della salute Alta Valdicecina-Valdera

In autonomia o in sinergia con quella pisana, la Sds Alta Valdicecina-Valdera realizzerà 7 progetti dedicati al welfare e all'inclusione sociale



PONTEDERA — Famiglie con minori, ma anche anziani, disabili e servizi sociali. Sono questi alcuni dei target dei sette progetti che la Società della salute Alta Valdicecina-Valdera metterà in campo grazie a oltre 5 milioni di euro, provenienti direttamente dal Piano nazionale di ripresa e resilienza. Ad assegnare le risorse, infatti, ci ha pensato un decreto direttoriale del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di qualche giorno fa.

Dal Ministero, attraverso la missione 5 del Pnrr, arriveranno più di 2,7 milioni di euro per i quattro progetti in cui la Sds Alta Valdicecina-Valdera si è presentata in forma autonoma e 3 milioni di euro euro per quelli in aggregazione con la Sds Pisana. La linea di finanziamento attivata in questa occasione prevede risorse anche sui contenuti, ovvero i servizi, con l’obiettivo di integrare interventi strutturali e innovazioni.

"Grande soddisfazione, sia per il rilievo del contributo ottenuto dai Comuni della Sds, sia per la qualità riconosciuta alla progettazione messa in campo per rafforzare i servizi in favore dei soggetti più fragili del territorio - ha commentato il sindaco di Pontedera Matteo Franconi, che è anche presidente della Sds Alta Valdicecina-Valdera - voglio ringraziare per questo straordinario risultato i colleghi sindaci e gli assessori: insieme allo staff tecnico sono riusciti a fare squadra e intercettare risorse fondamentali per potenziare la nostra rete di protezione sociale".

I progetti, tra le altre, riguardano il rafforzamento delle capacità genitoriali e la prevenzione della vulnerabilità delle famiglie, la promozione dell'autonomia delle persone anziane non autosufficienti e il potenziamento dei servizi sociali domiciliari, oltre a quelli dedicati alla prevenzione del fenomeno del burn-out tra gli operatori sociali.

E ancora, la definizione di percorsi di autonomia a sostegno delle persone con disabilità, ma anche l'housing temporaneo volto a creare un sistema di accoglienza per le persone a elevata marginalità.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
6 Comuni del territorio interessati dalle nuove positività registrate nel bollettino di oggi, giovedì 19 Maggio. Meno casi in Provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità