QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 22°28° 
Domani 22°36° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 27 giugno 2019

Attualità giovedì 05 febbraio 2015 ore 16:08

Alla posta si potrà andare solo a giorni alterni

Con i nuovi tagli il Comune di Montecatini non avrà il servizio garantito tutti i giorni. Il sindaco Cerri: ​"non ci sono parole per commentare una decisione"



MONTECATINI VAL DI CECINA — "Oggi è giunta al Comune di Montecatini Val di Cecina la comunicazione da parte di Poste Italiane – Filiale di Pisa che, a decorrere dal 13 aprile prossimo, l’Ufficio Postale di Ponteginori verrà chiuso e quello di Montecatini sarà aperto soltanto 3 giorni a settimana: martedì, venerdì e sabato". Così in una nota il sindaco Sandro Cerri spiega cosa succederà agli uffici postali del suo Comune. Forse uno dei più colpiti in tutta la Toscana dai nuovi tagli previsti da Poste spa.
"Non ci sono parole per commentare una decisione di questo genere - commenta Cerri - è giunta inaspettata, ha dell’incredibile e non può assolutamente essere accettata".

"Su tre Uffici Postali presenti sul nostro vastissimo territorio comunale - spiega il sindaco - non ne rimane neppure uno aperto regolarmente". Infatti, l’Ufficio di Montecatini, sede anche del Municipio, verrà aperto soltanto tre giorni con chiusura anche di due giorni consecutivi. Quello di Ponteginori è previsto che chiuda definitivamente e come spiega Cerri "è un ufficio che fa molte operazioni giornaliere e viene molto utilizzato, anche dai cittadini di altri paesi del Comune che si recano a Ponteginori". Con la chiusura per gli abitanti della frazione, l'ufficio più vicino diventerebbe quello di Saline di Volterra.
Il terzo ufficio postale presente nel Comune di Montecatini, quello della sperduta frazione di Sassa, spiega il sindaco "non viene menzionato nella lettera inviata oggi dalle Poste al Comune e quindi dovrebbe essere confermata la riduzione, ormai operante da anni, della apertura a soli due giorni a settimana".

"E’ una razionalizzazione che non ha senso, non ha una logica e penalizza in modo inaccettabile i nostri cittadini ed i nostri territori - afferma il sindaco - oltretutto, è una decisione che è stata presa senza alcuna consultazione dei singoli Comuni e ricadrà esclusivamente sulla pelle della gente, in un territorio già penalizzato su molti fronti".
"L’Amministrazione Comunale, dal Sindaco alla Giunta, a tutto il Consiglio Comunale - conclude la nota - respinge con forza questa decisione e metterà in atto tutte le azioni possibili consentite dalla Legge per contrastare una decisione inaccettabile, a tutela dei nostri territori e dei diritti dei nostri cittadini".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Attualità