Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA15°29°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 12 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tifosi in coro, i finlandesi cantano «Christian» e quelli danesi rispondono «Eriksen»

Attualità giovedì 18 dicembre 2014 ore 18:24

Premiata la riapertura della tratta Saline-Cecina

La Regione Toscana ha ricevuto il riconoscimento da Legambiente: l'assessore Ceccarelli annuncia anche delle novità



ROMA — E' anche la riapertura della tratta ferroviaria da Saline di Volterra a Cecina che fa conquistare alla Toscana il premio di Legambiente Pendolaria. Proprio quella 'littorina' tanto discussa per i continui disagi registrati dai pendolari è stata al centro delle motivazioni che hanno spinto l'associazione a premiare la Regione.
E' stato l'assessore regionale alla mobilità Vincenzo Ceccarelli a ritirare oggi, 18 dicembre, a Roma il premio. 
Secondo l'analisi di Legambiente la Toscana è una delle Regioni italiane in cui il numero degli utenti del servizio ferroviario è in aumento, ed è quella che ha il più alto rapporto tra treni in servizio regionale e abitanti. La Toscana è inoltre al terzo posto negli investimenti, dopo Lombardia e Emilia Romagna.  Tra i fattori evidenziati dall'associazione anche il fatto che la Toscana ha registrato aumenti nei prezzi del biglietto più contenuti rispetto a molte altre regioni (+21 per cento a fronte del +47 del Piemonte, del +41 della Liguria del +23, 4 della Lombardia). Un aumento che però non ha toccato i redditi bassi, visto l'utilizzo della tariffa Isee che esenta dagli aumenti chi ha un reddito familiare certificato inferiore a 36mila euro.

"La Cecina Saline - ha detto Ceccarelli - è il simbolo di una scelta fatta dalla Regione di puntare sul ferro, anche laddove la pura logica trasportistica non la giustificherebbe".  L'assessore annuncia anche la "volontà, dopo la riapertura, di dare una prospettiva di sviluppo alla linea che dovrebbe superare l'attuale numero di 4 coppie di treni nei soli giorni scolastici, per puntare a una migliore integrazione anche tariffaria con le autolinee locali e allo sviluppo pure in chiave turistica".

"Abbiamo messo il trasporto pubblico al centro delle nostre politiche di mobilità  - ha affermato l'assessore nel ritirare il premio - perché è il sistema più giusto per rispondere alle esigenze dei cittadini ed è il più sostenibile per l'ambiente". "Una scelta - ha aggiunto -che si traduce continuamente in scelte operative che vanno dagli investimenti per le linee e i mezzi, alle gare per il Tpl, sino al finanziamento delle ciclopiste. Una scelta che ci ha condotto a sostenere con risorse del bilancio regionale il trasporto pubblico anche a fronte dei tagli statali".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Tre i Comuni con un nuovo caso ciascuno di positività al virus, accertati dalla Ausl Toscana nord ovest nelle ultime 24 ore e comunicati alla Regione
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS