Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:VOLTERRA10°14°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 09 dicembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video dello scambio in aeroporto tra Brittney Griner e Viktor But

Cronaca lunedì 13 luglio 2015 ore 13:10

Denuncia estorsione ma è lei a prender 35mila euro

Una 30enne aveva sottratto la somma ai genitori. Una volta scoperta, per giustificarsi aveva finto una estorsione rivolgendosi ai carabinieri



GUARDISTALLO — E' stata denunciata dai Carabinieri della Stazione di Guardistallo un’impiegata 30enne residente nel Comune per aver simulato un’estorsione come fanno sapere dall'Arma ripercorrendo l'intera vicenda.

Il fatto risale ai primi di marzo quando la donna si era presentata in caserma a Guardistallo per denunciare, dimostrandosi particolarmente sconvolta, che alcuni uomini da lei non conosciuti le avevano estorto dal novembre 2010 la somma di 50mila euro. L'impiegata riferiva che in più occasioni questi l’avevano chiamata sul cellulare facendosi consegnare somme sempre più elevate: lo schema sempre lo stesso, gli veniva indicato un posto sempre diverso dove lasciare i soldi in contanti ed andare via. I motivi per cui la ricattavano sarebbero stati legati ad un debito che il marito della donna aveva contratto nei loro confronti e che non riusciva a saldare

L’ultima richiesta, 15mila euro, aveva indotto la donna “disperata” ad appropriarsi di alcuni risparmi custoditi in contanti dai genitori. I genitori, notato l’ammanco, le avevano chiesto spiegazioni e la 30enne in lacrime aveva raccontato cosa stesse subendo da anni e confessato di aver prelevato in più occasioni sia da un conto cointestato che dal nascondiglio dove in casa i genitori tenevano soldi liquidi la somma di 35mila euro. I genitori di fronte alla disperazione della figlia l’avevano convinta a recarsi dai Carabinieri per denunciare tali fatti. 

Ma immediatamente avviate le indagini, i militari si sono resi conto che qualcosa non quadrava nel racconto della ragazza ed hanno iniziato a fare capillari riscontri su tutto quanto aveva dichiarato appurando che gli episodi raccontati erano stati inventati. Allora i carabinieri hanno convocato la ragazza per avere dei chiarimenti: la donna ha confessato di aver inventato tutto per giustificarsi con i genitori per avergli sottratto ben 35mila euro a loro insaputa. Per tali fatti è stata deferita in stato di libertà all’A.G. per simulazione di reato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle zone di caccia attorno a Volterra un uomo ha accusato un malore e si è accasciato a terra. Purtroppo non c'è stato niente da fare
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità