QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 18°28° 
Domani 18°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 16 settembre 2019

Attualità mercoledì 10 giugno 2015 ore 17:33

I successi del Centro Diffusione Danza

Alessio Donati primo classificato nel genere classico a Tirrenia. Sabato il saggio della scuola con il balletto "La Bella Addormentata nel Bosco"



POMARANCE — Domenica scorsa, 7 giugno, si è tenuta a Tirrenia la tranche finale della rassegna Città in Danza alla quale l’associazione sportiva dilettantistica Centro Diffusione Danza di Pomarance aveva partecipato qualificandosi con la coreografia dal titolo “That’s Amore” fino alla finale collettiva. Dai balletti di gruppo, erano risultati vincitori due allievi del secondo corso di danza classica diretto dall’Insegnante Grazia Pescucci, che erano stati invitati a presentare due coreografie personali alla finale del 7 giugno. Grande e inaspettato domenica è stato il risultato conseguito da Alessio Donati che all'età di 9 anni, è stato premiato come primo classificato nel genere classico.

“Eravamo in 63 - racconta Alessio - e non si sapeva che dopo c’erano le premiazioni. Io ero in platea e chiamavano in ordine partendo dall’ultimo e poi hanno chiamato me e io ho pensato: ma sono io? Mi ero anche levato il costume!” "L’ingenuità e la serenità con cui Alessio ha vissuto questo momento - scrivono dal Consiglio dell'associazione - e l’emozione che ne è derivata hanno riempito di orgoglio tutti i compagni di corso e gli allievi della scuola, nonché il Consiglio intero: grazie della tua semplicità, Alessio, un esempio per tutti noi".

Inoltre, sabato 13 giugno alle 21,15 al Teatro Florentia di Larderello la scuola del Centro Diffusione Danza presenterà il tradizionale saggio. Per questa edizione particolarmente impegnativo con il balletto “La Bella Addormentata nel Bosco”. "Una scelta importante per questa scuola che da qualche anno non proponeva più storie complete, ma vari balletti con generi diversi - spiegano - Una sfida, dopo i riconoscimenti di questo anno accademico, che è sembrato giusto affrontare, nella semplicità e nella consapevolezza che, pur non essendo professionisti, possiamo regalare a parenti amici e quanti interverranno, due ore di serenità e allegria. L'invito a partecipare è rivolto a tutti".



Tag

Papa Francesco: "Non dobbiamo pensare che i cattivi siano sempre gli altri"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Politica