Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:00 METEO:VOLTERRA17°32°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 28 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cosa guadagna l'America dalla guerra

Attualità mercoledì 14 ottobre 2015 ore 13:39

Il centro Inail non chiude, anzi cresce

Diventerà centro di riferimento nazionale per accogliere i soggetti con lesioni midollari: demolizione di 2 padiglioni per costruire un nuovo edificio



VOLTERRA — Sviluppo e potenziamento che scongiurano anche lo smantellamento degli attuali livelli ospedalieri. E’ quanto prevede il Piano di Sviluppo del Centro Inail di Riabilitazione Motoria di Volterra che si pone come obiettivi: il consolidamento e il potenziamento dei servizi attualmente erogati, l’evoluzione della struttura in centro di eccellenza a livello nazionale in grado di sviluppare la propria azione lungo più direttrici, la valorizzazione degli immobili di proprietà dell’Istituto nell’area del complesso ospedaliero di Volterra.

"Ringrazio i vertici dell'Istituto perché nel difficilissimo percorso che ha portato a questo grandissimo risultato per la città, sono sempre stati interlocutori seri ed affidabili – dichiara il sindaco di Volterra Marco Buselli – Ho sempre trovato grande competenza e determinazione. Volterra saprà raccogliere questa sfida".

Una sfida che si traduce nel diventare un punto di riferimento nazionale per accogliere soggetti con lesioni midollari per la riabilitazione postacuta

"Il Centro Inail di Volterra disporrà anche di 7 posti letto di mielolesi – aggiunge il primo cittadino - Ma la parte più importante è che, come si legge nel Piano di sviluppo, 'in virtù della sua collocazione nell'ambito del presidio ospedaliero di Volterra, la struttura potrà avvalersi delle specialità mediche occorrenti per far fronte a eventuali esigenze che possono intervenire nella gestione del soggetto con lesione midollare'. Questo mette la parola fine a qualsiasi ipotesi di smantellamento degli attuali livelli ospedalieri, che devono necessariamente continuare a garantire anche per questa nuova attività",

Il Piano di Sviluppo individua i padiglioni “Zacchia” e il padiglione “Scabia” quali sedi più idonee a ospitare le attività del Centro, in ragione della loro contiguità. Per entrambe le strutture si prevede la demolizione per costruire un immobile ex novo che ospiti il centro.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, venerdì 27 Maggio, sono stati registrati meno casi rispetto alle 24 ore precedenti, così come in Provincia di Pisa
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità