QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 19°25° 
Domani 19°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 24 settembre 2019

Attualità venerdì 20 marzo 2015 ore 15:35

Il fascino dell'eclissi

Samuele Grandi - Pomarance

Molti con lo sguardo rivolto verso il cielo hanno immortalato l'evento straordinario. ​Chi non ce l'ha fatta stamani, dovrà attendere il 6 giugno 2020



VAL DI CECINA — In Toscana è stata parziale, poco sopra il 50 per cento, ma è comunque un evento eccezionale che ha coinciso con l’equinozio ed ha corrisposto con la fine della notte polare, un evento più unico che raro che si manifesta ogni 500mila anni circa. L'eclissi solare di questa mattina, 20 marzo è stata ammirata anche da molti cittadini della Val di Cecina e non solo tra le 9,20 e le 11,45. Numerose le persone che munite di occhiali da saldatore, vetrini appositi ed altre protezioni per gli occhi, questa mattina hanno osservato il cielo. Impossibile, infatti, oltre che pericoloso, riuscire a seguire il fenomeno ad occhio nudo.

Anche per gli animali è stato un evento eccezionale: alcuni cani si sono messi ad abbaiare, soprattutto nel momento di maggiore oscurità, intorno alle 10,30; così come le galline e i galli dei pollai, che hanno 'cantato' a lungo fuori orario, nonostante l'oscurità fosse parziale.

Un evento davvero eccezionale per varie ragioni: la Luna in queste ore si trova nel punto più vicino alla Terra (perigeo, 357.583 km), precisamente lo è stato ieri, il 19 marzo 2015 alle ore 19:35 quindi è stata una eclissi della Superluna. Non solo: il fenomeno appartiene a una famiglia nota come Saros 120, una serie in cui ogni evento è separato dal precedente (e dal successivo) di 6.585,3 giorni, pari a 18 anni, 10 giorni e 8 ore.

Alcuni appassionati, seppure non fotografi professionisti, sono riusciti ad immortalare l'eclissi anche a Pomarance e Castelnuovo Val di cecina. Dai cellulare con filtri e vetrini oscurati, con macchine professionali e utilizzando dei negativi, con compatte usando un bel po' di zoom e come filtri qualche paia di occhiali da sole, oppure scattando con la maschera per saldare e riducendo l'esposizione e l'iso al minimo.
Chi non ce l'ha fatta ad immortale l'evento questa mattina, dovrà attendere il 6 giugno 2020 quando la prossima eclissi parziale sarà visibile nel sud Italia, o il 10 giugno 2021 quando si potrà ammirare solo dal nord. Ma saranno molto meno significative di quella di stamani in termini di percentuale di oscuramento del sole: per attendere un evento simile a quello odierno, bisognerà aspettare l’eclissi solare del 12 agosto 2026 che sarà quasi totale e si potrà osservare al tramonto.

Ecco di seguito alcuni scatti dei nostri lettori.



Tag

Giornata mondiale dell'Alzheimer: cosa si prova quando gli oggetti non hanno più senso?

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Spettacoli

Cronaca