Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:VOLTERRA11°19°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 17 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Morti Covid: dove mettere il miliardo di euro in pensioni che l'Inps risparmia ogni anno

Politica martedì 17 giugno 2014 ore 18:59

Il regolamento urbanistico: se non viene adottato entro giugno passa di competenza all’Unione

Secondo Insieme per Cambiare la maggioranza ha fretta che venga approvato il regolamento, mentre se la competenza passasse all'Unione dei Comuni "si potrebbe sperare in un lavoro migliore e più equilibrato"



RIPARBELLA — "Mentre attendiamo di ricevere dalla Giunta Fantini le promesse linee guida e la bozza del regolamento urbanistico, esprimiamo un parere su quanto presentato in questi giorni alle commissioni consiliari con tanta urgenza da parte della maggioranza, probabilmente timorosa del fatto che dal 1 Luglio perde la competenza a favore dell’Unione, dove forse si potrebbe sperare in un lavoro migliore e più equilibrato". Così Emilio Mancini Capogruppo in consiglio comunale della Lista Insieme per Cambiare Riparbella in merito al Regolamento Urbanistico del Comune, che se non sarà approvato entro giugno, diventerà di competenza dell'Unione dei Colli Marittimi Pisani.

"Poche le idee emerse durante le presentazioni - commenta Mancini - spesso confuse e incapaci di dare al paese e al territorio quella svolta tanto chiesta e promessa in campagna elettorale".
Il capogruppo della lista civica entra poi nel merito: "si vorrebbe continuare ad allungare il paese sia a nord che a sud; all'Apparita in particolare, senza particolari motivazioni, non si permetterà più di costruire sul lato destro della strada, ma lo si consente sul lato sinistro, peraltro in cima al poggio e lontano dal paese, forse una scelta di simpatia politica verso sinistra?"
"Anche i tempi differiti a non si sa quando - afferma Mancini - non sembrano coerenti con la promessa di collegare tali edificazioni alle opere pubbliche estremamente urgenti come i parcheggi; per scelta politica nuovi posti letti son dati solo alle strutture turistiche esistenti e la spartizione pare sia avvenuta sulla base delle osservazioni degli imprenditori, quindi senza alcuna reale pianificazione e tanto meno senza un idea precisa di quale tipologia di turismo possa essere utile per far rivivere il paese". "Sappiamo - aggiunge - che quasi tutte le strutture turistiche beneficiarie hanno strade di accesso che non obbligano più i loro clienti ad attraversare Riparbella e le poche attività commerciali riparbelline, ancora in vita oggi, non possono trarre benefici da turisti che non entrano in paese".
"Proposto anche il blocco totale dell'edificabilità per il centro storico - dichiara l'esponente di IPC - mentre non si ha notizia di norme o progetti per il recupero del decoro del paese dove la sofferenza e il degrado si respirano quotidianamente nelle difficoltà dei pochi piccoli commercianti rimasti ancora aperti, nella mancanza di una piazza di aggregazione, nello scarso decoro e manutenzione degli immobili storici". "Restano senza proposte concrete d'utilizzo - afferma Mancini - gli immobili pubblici inutilizzati come la ex caserma dei carabinieri, la ex coop e la ex scuola elementare, per i quali la maggioranza ha solo suggerito una eventuale destinazione ad alloggi per le emergenze abitative senza però sapere dove attingere ai fondi per le gravose ristrutturazioni". "Infine - prosegue - il cambio di destinazione d'uso per gli annessi agricoli, un tema da noi sollevato anche alla passata giunta che lo ignorò completamente; per condividerlo, abbiamo sempre chiesto un quadro conoscitivo preciso della situazione da cui far nascere norme equilibrate, erga omnes e che aiutino chi ha veramente bisogno e non chi specula".
"Nei prossimi giorni - conclude Mancini - Insieme per Cambiare comunicherà la data di un pubblico incontro per spiegare ai cittadini cosa non funziona nella proposta della maggioranza".

Fonte: Emilio Mancini Capogruppo IPC Riparbella

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi casi di positività al coronavirus, seppur pochi, diventano un campanello d'allarme se rapportati alla popolazione residente
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Cronaca