Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:24 METEO:VOLTERRA18°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 16 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Ti ammazziamo perché sei nero»: i trapper Jordan Jeffrey Baby e Traffik rapinano un uomo a Carnate

Politica sabato 12 marzo 2022 ore 14:30

"No a nuove discariche", parla il Pd pisano

Un documento della direzione provinciale dei democratici affronta i temi della multiservizi e dice di no a nuove discariche nel territorio pisano



PISA — Da una parte la mulitutility, dall'altra il piano di gestione dei rifiuti. Un documento ampio, quello firmato dalla direzione provinciale del Partito democratico di Pisa, che delinea la posizione dei democratici pisani su due delle questioni più chiacchierate negli ultimi giorni in Toscana.

"Il sistema dei servizi pubblici locali in Toscana oggi è molto frammentato e disomogeneo, sia per le dimensioni territoriali che per le settorializzazioni delle attività - si legge nel documento - occorre mettere a valore comune i risultati ottenuti, a partire dai percorsi di ripubblicizzazione della gestione del ciclo delle acque che alcune aziende o ambiti hanno già intrapreso e che devono essere prioritariamente salvaguardati e portati a termine. Un percorso che accanto al ciclo delle acque deve coinvolgere da subito anche quello dell'energia e del ciclo dei rifiuti".

"Dobbiamo garantire qualità dei servizi ai cittadini, attenzione ai livelli tariffari, governance che mantenga in capo ai soggetti pubblici il ruolo di pianificazione e di indirizzo del servizio, senza il ritorno a modelli che appartengono al passato - continua il documento - la discussione alla quale abbiamo assistito negli scorsi mesi, fatta di interventi e interviste senza una discussione interna al partito, non va nella direzione giusta o in quella che noi auspichiamo".

"Stiamo parlando di una scelta politica che deve coinvolgere in primis i soggetti politici e dunque il Partito democratico toscano e tutte federazioni territoriali che lo costituiscono - prosegue - discutere di questi temi, richiede valutazione dei tempi, attenzione ai valori finanziari in gioco e progetti industriali adeguati. Pertanto, auspichiamo che il percorso da noi richiesto a livello regionale insieme ad altre federazioni sia l’inizio di una discussione seria e franca nel merito".

Quindi, il posizionamento sulla questione dei rifiuti. "La giunta regionale e il Consiglio hanno avviato, al loro interno, la discussione che porterà all’adozione del Piano regionale di gestione dei rifiuti e delle bonifiche - spiega il documento - ci preme di sottolineare la necessità di mantenere saldamente nelle mani pubbliche la pianificazione di tutti i percorsi e i processi interessati. Il Piano dei rifiuti è centrale per la nostra Regione, la quale ancora oggi sconta alcuni ritardi: nello smaltimento dei rifiuti urbani non siamo ancora autosufficienti; la dotazione degli impianti è disomogenea e insufficiente; c’è ancora un alto conferimento dei rifiuti in discarica".

Quindi, un secco "no" a nuove discariche nel territorio pisano. "La nostra Provincia, negli anni, ha accolto rifiuti provenienti da tutta la Toscana. In vista dei nuovi interventi, riteniamo pertanto che venga aperta una discussione non solo su quali e quanti impianti rinnovare o installare, ma anche dove devono essere collocati questi ultimi - si legge - per quanto riguarda le discariche abbiamo già dato. Pertanto, diciamo no a nuove discariche. Salvo, ridefinire gli spazi all’interno dei perimetri già esistenti per eventuali completamenti o messe in sicurezza dell’impianto stesso".

"Non può passare il messaggio o l’idea che in Toscana ci siano dei territori dove si produce e si investe ed altri in cui si smaltisce i rifiuti prodotti in altre Province - conclude il testo - Pisa e la Costa hanno da questo punto di vista già dato molto. L’autosufficienza regionale richiede anche una tendenziale autosufficienza dei singoli territori. Pertanto, nessun nuovo impianto deve essere realizzato nel nostro territorio, almeno fino al raggiungimento del riequilibrio territoriale".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidenza giornaliera è a 8,6 nuovi casi ogni 100mila abitanti, più bassa della media regionale. Nel Comune capoluogo 13 nuovi positivi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità