Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA18°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 27 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Cos'è la sindrome da long Covid e chi rischia di più?

Cronaca venerdì 03 dicembre 2021 ore 17:45

​Traffico internazionale di droga, arresti nel Pisano

Sono 11 le misure cautelari per associazione a delinquere eseguite dalla guardia di finanza di Napoli e Salerno anche nelle province di Pistoia e Pisa



PISA — Arresti a raffica anche nelle province di Pisa e Pistoia per traffico internazionale di stupefacenti. Ad eseguire 11 misure di custodia cautelare sono stati i comandi provinciali della guardia di finanza di Napoli e di Salerno nell'ambito di un'operazione coordinata dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Tra gli 11 coinvolti, 9 risultano gravemente indiziati di appartenere a un'associazione per delinquere internazionale finalizzata a traffico, detenzione e commercializzazione di consistenti quantitativi di droga. Le indagini sono scattate dopo il sequestro nel porto di Salerno di oltre 17 tonnellate di stupefacenti tra hashish e anfetamine.

Era Giugno 2020 e lo sviluppo delle investigazioni, affidate al gruppo d'investigazione sulla criminalità organizzata (Gico) delle Fiamme Gialle di Napoli, ha portato a individuare una associazione criminale di trafficanti, operante tra l’Albania e la Toscana.

L'organizzazione, composta da cittadini italiani e albanesi, era in grado di approvvigionarsi di consistenti partite di cocaina e hashish provenienti rispettivamente dal Sudamerica e dal Nordafrica attraverso una fitta rete di contatti tenuti anche grazie a telefoni cellulari criptati. Della struttura, spiega una nota del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli, avrebbe fatto parte anche un sottogruppo con mansioni logistiche e base in Svizzera.

Le indagini, condotte in collaborazione con le autorità giudiziarie e di polizia elvetiche, hanno individuato anche condotte estorsive a danno dei vertici proprio del sottogruppo in relazione a commesse non andate a buon fine, per le quali veniva chiesta anche con minacce personali e ai familiari la restituzione di somme anticipate.

Le misure odierne sono state eseguite, oltre che nel Pistoiese e nel Pisano, tra le province di Roma, Milano, Novara, Salerno e Varese su disposizione del giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Napoli e fanno seguito al fermo emesso già il mese scorso a carico di 8 tra gli indagati odierni per il rischio che potessero fuggire.

Nella circostanza, i giudici per le indagini preliminari presso i Tribunali di Busto Arsizio, Novara e Pistoia hanno emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere rimettendo poi la competenza territoriale alle autorità partenopee. E quindi ecco che adesso su richiesta della Dda di Napoli, il Gip ha emesso ordinanza di custodia cautelare sia nei confronti degli 8 indagati destinatari dell’originario provvedimento di fermo che di altri 3 ritenuti in coinvolti e in rapporti illeciti stretti con i primi 8.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

TRAFFICO INTERNAZIONALE DI STUPEFACENTI TOCCA LA TOSCANA- VIDEO GDF
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nel bollettino di oggi, giovedì 26 Maggio, leggero aumento di nuovi contagiati. Più casi anche in Provincia di Pisa e oltre 11mila tamponi effettuati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità