QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 20° 
Domani 16° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 14 novembre 2018

Sport martedì 06 novembre 2018 ore 10:43

Rally di Pomarance, vietate le ricognizioni

Previsto lo stesso percorso dei quattro anni passati, con due prove speciali da ripetere tre volte. Adesioni aperte fino al 9 novembre



POMARANCE — Nel pieno delle iscrizioni (chiusura venerdì 9), il Rally Day di Pomarance, organizzato da Laserprom 015, in programma per il 17 e 18 novembre, terz’ultima gara della lunga stagione di rally in Toscana, sta conoscendo un notevole interesse, praticamente rispettando la tradizione, avendo sempre proposto argomenti importanti.

Il percorso di gara prevede, come nei quattro anni passati, due prove speciali da ripetere ciascuna per tre volte. Saranno la “Valle della Trossa”, di Km. 7,000, percorso usato sino dalla prima edizione della Ronde nel 2008, e la prova di Montecatini Valdicecina, introdotta nel 2014, lunga 4,920 Km. In totale, la gara misura 211 chilometri, dei quali 35,760 di distanza competitiva.

"Al fine di rendere trasparente al massimo ed in linea con i princìpi sportivi il confronto sulla strada - hanno voluto sottolineare i promotori -, l’organizzazione comunica e ricorda che dal momento della pubblicazione, con qualsiasi mezzo, del percorso di gara è vietata la presenza sul percorso delle prove speciali (anche di un solo membro dell’equipaggio) al di fuori della giornata ed orari riportati nel programma e nel Regolamento Particolare di gara. Eventuali infrazioni rilevate saranno segnalate ai competenti organi sportivi per i provvedimenti disciplinari da prendere".

Vi saranno alcune novità sulla logistica, rispetto alla passata edizione: il test con le vetture da gara, lo “shakedown” è previsto sulla strada comunale “del Palagetto” che termina proprio di fronte al Parco Assistenza, allestito nella zona artigianale, come nel passato, luogo quindi agevole per il lavoro sulle vetture.

Cambierà anche la location per le verifiche sportive, quest’anno previste al teatro “De Larderel”, mentre verrà tolto il parco chiuso notturno, i concorrenti partiranno direttamente dal Parco Assistenza.

Gara sempre apprezzata dalla sua nascita, il “Pomarance” propone due “piesse” di alto contenuto tecnico, percorsi assai conosciuti nel rallismo regionale, che vale la pena di ricordare nei loro caratteri salienti:

PROVA SPECIALE 1-3-5 “VALLE DELLA TROSSA” – KM. 7,00

La prova speciale 1-3-5 "Valle della Trossa" o "piesse di Micciano”, un caposaldo del rallismo toscano. Quest’anno è lunga 7 Km e rispetto all’anno passato ripropone la parte finale, che non venne interessata a causa di una frana che non permetteva il passaggio delle vetture in gara. Ci sarà quindi quasi al gran completo il gran finale, con i celebri e spettacolari tornanti, per la gioia di chi corre e di chi sarà a guardare a bordo strada. La prova presenta un tracciato molto tecnico, con la seconda parte dell’impegno in salita punteggiata da spettacolari tornanti su un fondo pressoché perfetto.

PROVA SPECIALE 2-4-6 “MONTECATINI VAL DI CECINA” – KM. 4,920

La prova speciale 2-4-6 "Montecatini Val di Cecina" (4,920 Km) ha la partenza sulla Strada Provinciale 32 su fondo perfetto su sede stradale molto larga e veloce con ampi e spettacolari tornanti che portano agli oltre 500 metri s/m di Montecatini Valdicecina. Il pubblico può assistere in assoluta sicurezza al passaggio delle vetture grazie a vasti prati sopraelevati, tra l’altro ammirando un panorama mozzafiato che spazia sin quasi al mare. Si arriva praticamente al centro del paese dove troviamo una altrettanto spettacolare inversione che immette su strada stretta, sempre con fondo perfetto: due “tornantini” portano alla località “La miniera” e con una serie di passaggi misto-veloci si giunge al fine prova speciale.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Cronaca