Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA11°23°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Attualità mercoledì 19 settembre 2018 ore 07:00

Toscana meta preferita dagli Italiani per l'enogastronomia

Foto di: R.Ridi

Ricerca di buon cibo e vino sempre più determinanti nelle scelte. Toscana al top per il Rapporto sul Turismo enogastronomico, che cresce del 10%



FIRENZE — Secondo la ricerca condotta a livello mondiale e pubblicata nel 2016 dalla World Food Travel Association, sempre più persone scelgono un viaggio perché attratte dalla passione di degustare buon cibo e buon vino. Oggi, come afferma la UNWTO (World Tourism Organization), il turismo enogastronomico è un ambito in forte crescita e uno dei più dinamici.

L'enogastronomia infatti riveste un ruolo di rilievo nelle scelte dei viaggi, tanto che, secondo la World Food Travel Association, l' 83% dei viaggiatori crea ricordi duraturi e carichi di emozioni basati sulle esperienze con cibi e bevande di un territorio, il 93% ha vissuto un' esperienza unica e indimenticabile legata al cibo durante le sue vacanza e il 49% ha indicato il cibo e il vino come motivazione principale di almeno un viaggio negli ultimi due anni.

L'enogastronomia da bisogno primario si è così trasformata in un tema in grado di influenzare il comportamento e le scelte del turista.

Nel 2018 sono stati diffusi i risultati del I° Rapporto sul Turismo enogastronomico in Italia, realizzato sotto la supervisione dell' Università degli studi di Bergamo e della World Food Travel Association, sostenuto dal Touring Club e da numerosi altri partners, coordinato da Roberta Garibaldi, esperta a livello nazionale ed internazionale di turismo enogastronomico.

Secondo i dati di questo rapporto, un italiano su tre ha svolto almeno un viaggio motivato dall’enogastronomia negli ultimi tre anni.

Le esperienze Food più popolari, - si legge nella presentazione - dopo il mangiare piatti tipici del luogo in un ristorante locale (indicata dal 73% dei turisti), sono visitare un mercato con prodotti del territorio (70%) e comprare cibo da un food truck (59%). Forte è pure l’interesse verso il Beverage, non solo vino, ma anche birra locale”.

E proprio dai risultati di questo rapporto è emerso che la Toscana si rivela come destinazione “Top” cioè come la regione più desiderata dai turisti italiani, seguita da Sicilia e Puglia.

Un altro dato interessante della ricerca è che nell'ultimo anno il turismo enogastronomico ha registrato una crescita significativa del 10%, così come risulta in continua crescita la tendenza degli italiani a scegliere le proprie mete turistiche ricercando qualità e sostenibilità.

L'enogastronomia in Toscana rappresenta quindi un settore con grandi potenzialità, come sostenuto anche dai Tuscany Food Awards, veri e propri Oscar, divisi in dieci categorie e dedicati a cibo e vino, che nell'edizione 2018 hanno premiato aziende eccellenti dei vari territori e dell'isola d'Elba, dalla Birra dell'Elba al Pastificio Martelli di Pisa, dal vino di Torre delle Rose di Grosseto fino al Consorzio per il Pande del Mugello e l'olio de Il Mandorlo di Firenze, solo per citarne alcuni.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un nuovo caso registrato a Pomarance e altri sette in comuni del versante "Valli Etrusche". I numeri dei vaccinati sulla zona
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Politica