Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:VOLTERRA18°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ddl Zan, Calderoli (Lega): «Meglio fermarsi qui che fare una 'porcata'»

Attualità martedì 11 maggio 2021 ore 15:45

"Suolo pubblico gratuito, un modello da seguire"

A ​Calci, Santa Maria a Monte e Volterra accolte le richieste di Confcommercio: "Confortante vedere amministrazioni che tendono una mano alle imprese"



PISA — “Moltissimi imprenditori stanno lottando per sopravvivere agli effetti economici della pandemia, e in un momento così difficile è confortante vedere amministrazioni, come quelle di Calci, Santa Maria a Monte e Volterra che tendono una mano alle imprese con una misura di assoluto buon senso, come la gratuità del suolo pubblico fino al 31 Dicembre 2021”.

Il direttore di Confcommercio Provincia di Pisa Federico Pieragnoli ha ringraziato i tre Comuni “per aver accolto la nostra richiesta di estendere fino alla fine dell'anno la gratuità del suolo pubblico. I sindaci Massimiliano Ghimenti, Ilaria Parrella e Giacomo Santi hanno dimostrato sensibilità e attenzione verso quelle attività che anche in Zona Gialla si trovano a lavorare con fortissime limitazioni e restrizioni. In tutta Italia sono più del 50% le attività che non hanno uno spazio esterno, e che quindi, per decreto, si trovano ancora impossibilitati a lavorare, senza contare le condizioni atmosferiche che di certo in questo periodo non aiutano la somministrazione all'esterno”.

“Questi interventi - ha affermato Pieragnoli - devono essere un modello da seguire per gli altri comuni della provincia, e auspichiamo davvero che misure come la gratuità del suolo pubblico per tutto l'anno e la concessione di suolo pubblico extra per permettere alle attività di poter ampliare al massimo i propri spazi esterni vengano adottati da tutte le amministrazioni della nostra provincia”.

Un aiuto concreto verso alcuni dei settori più colpiti: “In questi Comuni le misure stanziate esonerano i pubblici esercizi, quindi bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie e pasticcerie, dal pagamento del canone di suolo pubblico fino al prossimo 31 Dicembre. Inoltre, a Calci la misura vale anche per il commercio su area pubblica, mentre a Santa Maria a Monte per alberghi e altre strutture ricettive”.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due scosse sono state registrate nella serata di ieri, entrambe con epicentro nel comune di Castelnuovo. Nessun danno a cose e persone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca