Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:30 METEO:VOLTERRA13°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Gilda Sportiello, deputata 5stelle alla Camera: «Ho abortito e non me ne vergogno»

Attualità domenica 25 febbraio 2024 ore 12:00

Corteo di Pisa, i docenti del Niccolini stanno con gli studenti

L'Itcg "Niccolini" di Volterra

Parole di condanna da parte dei docenti dell'istituto: "Violato un diritto tutelato dalla Costituzione, ora rendere conto di quanto accaduto"



VOLTERRA — Anche i docenti dell'Itcg "Niccolini", di fronte agli episodi di violenza avvenuti durante la manifestazione studentesca a favore della Palestina a Pisa, hanno espresso all'unanimità la propria vicinanza ai giovani scesi in strada per il corteo.

"Pisa, nostro capoluogo di Provincia, è città universitaria dove gli studenti svolgono da sempre un ruolo importante e dove da sempre vi è stata libertà di associazione e manifestazione - hanno scritto - quanto accaduto è un fatto ignobile, che colpisce profondamente la nostra coscienza di cittadini, docenti e genitori, la nostra idea di libertà e democrazia, il nostro valore fondamentale di rispetto della Costituzione repubblicana".

"Quello che è accaduto è un’aggressione a freddo a chi stava esercitando un fondamentale diritto previsto e tutelato dalla nostra Costituzione: quello di riunirsi pacificamente e manifestare - hanno aggiunto - minorenni indifesi, che sperano solo in un futuro migliore e che manifestano per la vita e la fine di una guerra che sta uccidendo persone innocenti, sono stati investiti da una tale brutale e ingiustificata violenza da lasciare sbigottiti".

Quindi, l'appello di una presa di posizione da parte delle autorità. "Giovanissimi ragazzi e ragazze colpiti con il manganello, ammanettati, gettati a terra nonostante le ferite, grondanti di sangue mentre cercavano di indietreggiare - hanno affermato - chiediamo ai responsabili della gestione dell’ordine pubblico di rendere conto dei fatti accaduti; chiediamo al sindaco e al Consiglio comunale di condannare quanto è accaduto".

"Crediamo fermamente che le libertà democratiche fondamentali debbano essere difese - hanno concluso - e che le possibilità di vivere gli spazi pubblici, le piazze e le vie per manifestare il proprio pensiero siano irrinunciabili e debbano essere difese senza alcuna condizione".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I dati, relativi alla provincia di Pisa, emergono dal report settimanale che monitora l'andamento delle positività sul territorio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità