Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA8°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pompei, nei cunicoli dei tombaroli: «Una rete tutta da esplorare»

Cronaca giovedì 10 dicembre 2020 ore 11:45

Furti e rapine, operazione Mask, tre arresti

I Carabinieri hanno arrestato tre italiani residenti nel volterrano ritenuti responsabili di colpi avvenuti in provincia di Livorno



VOLTERRA — Sono accusate di reati contro il patrimonio le tre persone, italiane e residenti nel volterrano, di 22, 25 e 46 anni, per le quali sono scattate misure cautelari, su ordine della Procura di Livorno.

Indagato in stato di libertà anche un 24enne moldavo. Il 25enne è in carcere, per il 22enne e il 46enne ci sono gli arresti domiciliari.

I due più giovani sono ritenuti responsabili di una rapina amano armata fatta all'ufficio postale di Sassetta a inizio ottobre, di un furto a un tabacchi a Castagneto del 20 ottobre e, assieme al 46enne, del furto di quattro pneumatici avvenuto a Cecina. L'uomo è indagato col cittadino moldavo per il reato di ricettazione.

Dopo la rapina di Sassetta i due giovani erano stati subito identificati ed erano stati raccolti elementi di responsabilità anche per altri colpi avvenuti in zona.

Gli stessi due giovani, autori della rapina dell’ufficio postale di Sassetta, infatti, il 30 ottobre scorso, sono stati arrestati dai Carabinieri del nucleo investigativo di Livorno e della Compagnia di Piombino nel tentativo di rapinare l’ufficio postale di Legoli, vicino Peccioli.

In quell’occasione i Carabinieri escogitarono un piano per bloccare i due malviventi. Con le auto civetta i militari simularono un incidente stradale, bloccando il transito sulla strada che avrebbe portato i malviventi verso l’ufficio postale individuato. Alla vista del segnale stradale del triangolo, i due si fermarono. Senza avere il tempo di reagire, furono fatti scendere dall’auto ed immobilizzati. I due indossavano tute mimetiche e giacche rifrangenti. All’interno del veicolo i Carabinieri trovarono, inoltre, due passamontagna, guanti da lavoro, ma soprattutto una replica di un fucile d’assalto per softair ed un coltello serramanico.

E' stato inoltre accertato dai militari che la notte del 20 ottobre gli stessi due giovani volterrani si sono resi responsabili del furto all’interno di una rivendita di tabacchi a Marina di Castagneto Carducci. Dopo aver forzato la porta di ingresso, i due avevano rubato numerose stecche di sigarette di diverse marche per un valore circa 10mila euro, oltre alla somma contante di 450 euro. Nel corso dell’indagine è emerso che gli stessi malviventi si sono rivolti al 24enne ed al 46enne per rivendere i tabacchi rubati.

Il 25 ottobre, infine, sempre secondo quanto appurato dai Carabinieri, i tre italiani hanno rubato quattro cerchi in lega completi dei relativi pneumatici da un’autovettura parcheggiata a Cecina.

"Le indagini hanno evidenziato soprattutto la pericolosità degli arrestati", hanno spiegato i militari dell'Arma. Da qui le misure cautelari decise dai magistrati.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I consiglieri di Democrazia civica chiedono maggior attenzione e prudenza a tutti. Nell'appello, l'invito a indossare la mascherina all'aperto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità