Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:VOLTERRA21°35°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 25 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La cucina, gli hangar, la sala designer: il “tetris” della base di Luna Rossa
La cucina, gli hangar, la sala designer: il “tetris” della base di Luna Rossa

Imprese & Professioni domenica 01 settembre 2019 ore 08:00

Volterra: rapporto sul Turismo

Il territorio di Volterra e dintorni guida la crescita turistica toscana e si classifica come seconda area per incremento delle visite



VOLTERRA — Il turismo in Toscana è in continuo incremento ed il territorio toscano in generale cresce a ritmi che oscillano dal 3 al 4% annui. Se dopo un lungo periodo di successi ininterrotti i territori costieri sembrano cedere il passo, a trainare la progressione si candidano non solo le città d’arte ma soprattutto le aree rurali collinari, protagoniste nel 2018 di un aumento turistico del 7,6%.

Mentre le località marittime soffrono la concorrenza, le zone agricole interne - cariche delle loro tipicità culturali, storiche ed enogastronomiche - divengono di anno in anno più interessanti agli occhi degli stranieri e degli abitanti delle altre regioni italiane.

Non è tutto: tra le aree rurali collinari toscane la seconda zona per crescita di presenze turistiche assolute nel 2018 è proprio quella delle terre di Valdelsa e dell’Etruria Volterrana, con un eccezionale +11,7%.

Le cifre in oggetto, tratte dal rapporto Irpet annuale sul turismo in Toscana, mostrano uno scenario davvero incoraggiante e positivo per il nostro territorio. Crescono sia i turisti italiani (del 9,2%), sia quelli giunti da oltre confine (di un buon 12,9%).

Questo successo non è una novità, bensì un consolidarsi nel tempo di un gradimento di lunga data (già alla fine degli anni ’90 le presenze straniere si attestavano sul 62%), che muove da lontano e negli ultimi anni si sta arricchendo di ulteriori elementi di forza. L’importante è restare al passo coi tempi.

Grazie alla pagina “Musei di Volterra”, l’amministrazione tiene già costantemente aggiornati cittadini e potenziali visitatori delle iniziative turistico-culturali pianificate in zona, presidiando efficacemente il mondo social. Volterra è presente in ben 190mila post su Instagram e conta una serie di account dedicati.

Sarebbe auspicabile un incremento della presenza del nostro territorio nei portali che offrono l’opportunità di comperare biglietti da remoto o programmare in anticipo visite guidate. Ad esempio la piattaforma online Tiquets, inventata in Olanda e nata con l’intento di rendere il turismo più facilmente pianificabile e fruibile. Tiquets fornisce agli utenti la possibilità di acquistare biglietti ingresso o esperienze di visita direttamente dal proprio smartphone, muovendosi all’interno di un unico pratico portale (recensioni su Tiqets qui - link). Un esempio è dato dalla pagina di Tiqets dedicata a Pisa - nella quale è possibile trovare accessi alla Torre, ai musei e pratiche opzioni maggiorate per saltare la coda – o quella ricchissima di iniziative e facilitazioni dedicata a Firenze.

Ad attirare le visite nel volterrano, come abbiamo già specificato, sono il brand locale molto forte e l’immagine di cui il nostro territorio gode a livello mondiale. Il numero più cospicuo di visitatori proviene dall’Europa occidentale (il 44,6%) e dall’Italia settentrionale (17,5%). Terzi classificati troviamo i nordamericani (8,6%). Le provenienze sopra elencate rappresentano oramai un turismo stabile che si è consolidato e rafforzato nel tempo. Una novità è rappresentata invece dai turisti delle economie emergenti; i cittadini dell’Europa dell’est salgono dell’86%, i centro/sudamericani registrano un +270% e gli asiatici guidano la classifica con un ottimo +300%. Secondo il rapporto, nonostante la crisi globale degli ultimi anni, i posti di lavoro legati al turismo nell’area di Volterra e dintorni sono rimasti stabili, se non addirittura cresciuti. Se confrontiamo i dati degli ultimi 3 anni, resi noti dal Suap, notiamo subito che nel 2018 il rapporto tra aperture e chiusure di attività di somministrazione enogastronomica è di 2 a 1; per i negozi al dettaglio le aperture sono state 11, contro 6 chiusure 6. Di queste 11, 5 sono alimentari e 6 non alimentari.

La stagione turistica a Volterra si è notevolmente allungata: sull’onda dell’estate si registra un numero rilevante di turisti sino a novembre, con un calo fisiologico delle presenze che oramai riguarda soltanto i mesi di gennaio e febbraio.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Auriemma riporta sui propri social alcuni messaggi e post che sarebbero indirizzati a lui: "Accetto le critiche, ma non le offese gratuite"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Cronaca

Attualità