QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°15° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 08 dicembre 2019

Cronaca sabato 05 ottobre 2019 ore 13:12

Cavalla denutrita e ferita tolta al proprietario

La onlus Italian Horse Protection ha chiesto l'intervento delle autorità e ottenuto il sequestro e l'affidamento del quadrupede



BUTI — È arrivata ieri sera al Centro di recupero di Ihp (Italian Horse Protection onlus) di Volterra una cavalla di nome Hot Topsail, sottratta al proprietario - che è stato denunciato - non appena rilevate le gravi condizioni di salute in cui l'equide si trovava.

E' stata la stessa onlus a richiedere l'intervento urgente delle autorità nel comune di Buti, dove la cavalla era custodita in pessime condizioni. Sul posto sono intervenuti il Comandante e gli agenti della Polizia Locale dell'Unione Valdera e i veterinari dell’Azienda Usl Toscana Nord ovest di Pontedera. La cavalla è stata posta sotto sequestro e affidata a Ihp, mentre non è stato possibile procedere al sequestro di un secondo cavallo presente nella struttura.

"Risultava ancora registrato al precedente proprietario - hanno spiegato da Ihp -, un commerciante di cavalli che l’aveva ceduto senza firmare il passaggio di proprietà e ne è quindi tornato in possesso. Ihp si è opposta con forza a questa restituzione, rendendosi disponibile ad accogliere entrambi i cavalli a proprie spese, purtroppo senza risultato. L’associazione muoverà altri passi legali per tutelare anche il secondo cavallo; Hot Topsail è stata invece sequestrata e affidata a IHP proprio il 4 ottobre, nel giorno che celebra San Francesco d’Assisi, patrono degli animali".

Il referto del veterinario ippiatra dott. Losani, che era stato inviato sul posto dalla Onlus immediatamente dopo aver scoperto la situazione per prestare le prime cure urgenti, conteneva tutti gli elementi utili all’intervento delle autorità: "La cavalla - si legge nel referto - risulta estremamente magra (body score 1, su una scala da 0 a 5), detenuta in locali assolutamente inadeguati al contenimento di equini in sicurezza e con scorte alimentari insufficienti; presenta una profonda ferita lacero contusa molto estesa (20x40cm) infestata da larve di mosca, con bordi necrotici, priva delle più elementari cure per favorirne la guarigione”.

Da ieri sera Hot Topsail si trova al sicuro nell’infermeria del Centro di recupero Ihp, dove la ferita è stata nuovamente pulita e trattata dalla veterinaria Agnese Santi. È sotto terapia antibiotica e ricostituente, non è in pericolo di vita e lo staff di Ihp conta di poterla recuperare, anche se ci vorrà tempo.

Per prendersi cura di Hot Topsail e garantirle un futuro libero da ulteriore sofferenza, IHP lancia un appello per raccogliere fondi: “Le risorse economiche servono al mantenimento degli equidi che riusciamo a salvare e a fronteggiare le emergenze come questa, con tempestività e anticipando le spese necessarie” spiega Sonny Richichi, presidente di IHP e coordinatore dell’operazione di salvataggio.



Tag

Calenda in tv: «Quando Renzi era premier, noi ministri lo prendevamo in giro»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Politica