Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:VOLTERRA18°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Stop al ddl Zan, la senatrice Fedeli in lacrime: «Scusate, sono molto triste»

Cultura domenica 29 giugno 2014 ore 11:55

L'Archeologico concreto di Giorgio Scarselli

In esposizione fino al 30 settembre le opere dell'artista presso gli spazi di 'VolaTerrA' in via Giusto Turazza



VOLTERRA — Le sculture di Giorgio Scarselli sono in esposizione fino al 30 settembre presso gli spazi di 'VolaTerrA' in via Giusto Turazza a Volterra.
Dalla ricerca della pietra, e della sua narrazione millenaria, ad un’azione scultorea decisa ed abilissima, la straordinaria produzione di Giorgio Scarselli, archeologica “concreta”, ma anche “improbabile-reale”, seduce lo sguardo, inganna la percezione, e restituisce la vita vissuta e vibrante degli antenati remoti.
Dalla vita quotidiana, alla codificazione dello straordinario, due reperti-contemporanei in bassorilievo sono visibili nel centro storico di Volterra, in esposizione presso lo showroom di “VolaTerrA”: la prima elegante sede dedicata alle eccellenze del gusto, dalla filiera corta alle perle nazionali, selezionate dal titolare Jonni Guarguaglini, ideatore di un progetto che riconduce i sapori e lo stile di vita della tradizione, nel lessico espressivo del contemporaneo.
In uno dei più antichi palazzi della città, a pochi passi dalla spettacolare ed austera Piazza dei Priori, VolaTerrA “gusto genuino” accoglie l’iconografia etrusca amata dallo scultore per “l’immediatezza della rappresentazione e l’espressività delle figure”, ma anche per i contenuti sociali moderni, come nelle scene dei suoi banchetti, dove è presente con disinvoltura la figura femminile.
Un banchetto in rilievo degli sposi, particolarmente animato, troneggia infatti nella prima sala del neo-bistrot, insieme ad un supporto decorato da una sequenza di delfini, estrapolati dalle immagini dipinte e ricondotte nella pietra. Invenzione sul deja vu sottile, che si insinua nell’inversione di reperti classici della pittura, trasformati nella versione scultorea, e che, insieme alla morbidezza ricorrente dei volumi, segna la cifra stilistica propria di Scarselli, ricercatore attento di caratteri e significati universali.
Giorgio Scarselli si forma nel doppio comparto di teoria e pratica, rappresentato dall’Istituto Statale d’arte e dalle straordinarie botteghe artigiane della lavorazione dell’alabastro di Volterra: “una fusione d’esperienze che sconfinava nell’espressione individuale”. 
Orario di apertura: tutti i giorni dalle 10 alle 20, da maggio a settembre apertura anche serale.
Info: VolaTerrA 0588 88765, info@volaterra.it
Fonte: ufficio stampa

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due scosse sono state registrate nella serata di ieri, entrambe con epicentro nel comune di Castelnuovo. Nessun danno a cose e persone
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca