QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 11°12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 19 novembre 2019

Attualità venerdì 05 dicembre 2014 ore 17:44

Cena Galeotta: il ricavato al Movimento Shalom

Il prossimo appuntamento sarà con uno speciale menù natalizio: insieme ai detenuti lo chef fiorentino Zanieri ed i vini di Frescobaldi



VOLTERRA — Tornano le Cene Galeotte alla Serata Casa Circondariale di Volterra: l'appuntamento è per venerdì 19 dicembre con uno speciale menù natalizio. Insieme ai detenuti in cucina arriverà Alessandro Zanieri, chef del ristorante e Wine bar Dei Frescobaldi di Firenze.

Zanieri, fiorentino puro sangue con una solida cultura della cucina tradizionale toscana, pur avendo una giovane età, vanta esperienze in cucine rinomate come quella del St. George Lion Hotel e quella del Four Seasons di Milano. Il brillante curriculum vede esperienze anche in Giappone e Irlanda, prima del ritorno a Firenze presso l’Excelsior e, successivamente, al locale dove lavora attualmente nel cuore di Firenze. Qui da cinque anni, porta avanti la sua idea cucina, non soffermandosi solo sulla tradizione, ma guardando al futuro con una rivisitazione delle ricette e delle modalità di cottura. Una visione che porta a ricercare ingredienti sempre freschissimi e di primissima qualità, con un occhio sia alle produzioni biologiche che alle allergie più frequenti.

Ad accompagnarne le creazioni realizzate dallo chef Zanieri in questa serata targata Frescobaldi saranno proprio le etichette offerte dalla famosa azienda azienda toscana, un autentico pezzo di storia enologica del panorama nazionale con i suoi oltre 700 anni di attività. Gli oli extra vergini di oliva saranno come sempre quelli della Montalbano Agricola di Lamporecchio.

L'intero ricavato della serata sarà come sempre devoluto a sostegno di progetti solidali individuati dalla Fondazione Il cuore si scioglie onlus che dal 2000 vede impegnata Unicoop Firenze assieme al mondo del volontariato laico e cattolico. Beneficiario della Cena Galeotta sarà la onlus Movimento Shalom, da decenni operativa nell'ambito delle adozioni internazionali in Burkina Faso.

Le Cene Galeotte sono possibili grazie all’intervento di Unicoop Firenze, che oltre a fornire le materie prime necessarie alla realizzazione dei piatti assume i detenuti retribuendoli regolarmente. Il progetto è realizzato con la collaborazione del Ministero della Giustizia, la direzione della Casa di Reclusione di Volterra. Un ruolo fondamentale è inoltre ricoperto dalla Fisar-Delegazione Storica di Volterra che è partner del progetto e si occupa sia della selezione delle aziende vinicole e del servizio dei vini ai tavoli, sia della formazione dei detenuti come sommelier, di cui ben 10 hanno già positivamente svolto il corso base di avvicinamento al vino e seguiranno il percorso formativo per raggiungere la qualifica di sommelier professionali.



Tag

Bologna, rubano bancomat alle Poste e intascano un milione: 3 arresti

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Cronaca