Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:14 METEO:VOLTERRA16°25°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 27 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma, caos dopo il derby: Mourinho furioso lascia la conferenza stampa

Attualità lunedì 02 febbraio 2015 ore 13:39

Crisi Atisale: servono risposte dalla Regione

Buselli: "l’azienda, ma non Locatelli, che ha acquisito la gran parte dello stabilimento, sembra essere in difficoltà economiche"



VOLTERRA — Un incontro alla presenza dell’assessore regionale alle attività produttive Gianfranco Simoncini per salvaguardare il futuro dell’Atisale, azienda con sede nella frazione di Saline. A chiederlo è il sindaco del Comune di Volterra Marco Buselli.
"L’azienda Atisale, ma non Locatelli, che ha acquisito la gran parte dello stabilimento - spiega in una nota il primo cittadino - sembra essere in difficoltà economiche". Difficoltà che secondo Buselli sono collegate anche "al percorso sul piano industriale della ex Salina di Stato, a suo tempo intrapreso in Regione" e da qui la richiesta di un incontro con Simoncini.
"L'altro giorno una delegazione comunale, rappresentata da me, dai consiglieri Tiziana Garfagnini e Federico Berni e l'assessore Gianni Baruffa - aggiunge il sindaco  - è stata ricevuta nello stabilimento. Ci sono ipotesi di rilancio, che sta seguendo l'assessorato, su cui però bisogna fare il punto con la regia della Regione Toscana. Non debbono essere persi posti di lavoro e devono continuare gli investimenti in tema di sicurezza".

Nella giornata di giovedì Buselli insieme al sindaco di Pomarance Loris Martignoni ha incontrato anche i vertici di Smith, che hanno relazionato sul momento dell'azienda e sulle strategie.  "L'occasione è stata utile per ricordare lo sforzo che viene fatto dalle amministrazioni comunali - spiega Buselli - visto anche il recente riconoscimento per cui, secondo i dati di Bankitalia, Volterra sarebbe la seconda fra venti città toscane più rappresentative prese a riferimento, per le tasse comunali più basse". "Piccoli sgravi ed agevolazioni ulteriori - aggiunge - erano state riconosciute anche nel recente passato alla storica azienda di Saline di Volterra".
"Per il futuro sviluppo industriale dell’area dobbiamo favorire il consolidamento e il rilancio delle aziende storiche presenti sul territorio - conclude il sindaco - per questo nel pacchetto di misure c’è anche la 'Tasi zero' per le attività produttive".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il report regionale fotografa, provincia per provincia, le ultime ore sul fronte epidemico: 16 nuove positività nel territorio pisano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca