Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:VOLTERRA15°22°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 24 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)
La gaffe di Sangiuliano: «Colombo si basò sulle teorie di Galileo Galilei» (ma non era nato)

Cronaca sabato 22 marzo 2014 ore 07:00

Escursione tra fumarole e putizze

Appuntamento a Sasso Pisano per una giornata tra le manifestazioni geotermiche della Valle del Diavolo



CASTELNUOVO — La F.I.E. FEDERAZIONE ITALIANA ESCURSIONISMO e il G.E.C.O GRUPPO ESCURSIONISTICO COLORI ORGANIZZATO CASTELFIORENTINO/EMPOLI, in collaborazione con l’Associazione LE FUMAROLE di Sasso Pisano, organizzano per domenica 23 marzo l’escursione “Alla Scoperta di Sasso Pisano e della Valle del diavolo'. Una giornata da non perdere, con visite ai siti storici degli scavi, alla centrale geotermica e al museo di Larderello.

Paradossalmente non è Larderello, “capitale” mondiale della geotermia e primo esempio di sfruttamento di questa risorsa per scopi chimici ed energetici, dove bisogna recarsi per poter osservare ed apprezzare in pieno gli aspetti naturalistici del fenomeno geotermico, bensì Sasso Pisano, frazione di Castelnuovo. Il fumigante paesaggio dei soffioni, già si annuncia da qualche sbuffo tra Montecerboli e Larderello. La presenza di manifestazioni geotermiche era già nota agli Etruschi e ai Romani; tracce di acido borico sono state trovate negli smalti usati per le decorazioni delle ceramiche. Durante l'escursione e inoltre prevista la visita alle terme ellenistiche di Sasso Pisano, straordinario complesso termale monumentale di origine etrusca venuto alla luce nel 1985 e alimentato da alcune sorgenti termali, ancora oggi tra le più calde della Toscana. 
Il sentiero partendo da Sasso Pisano permette di osservare tra bei castagni le caratteristiche manifestazioni naturali attive con esalazioni naturali di zolfo e di vapore caldo. Attraverso le “biancane” dal color predominante delle rocce alterate dal calore, si possono osservare ampiamente diffuse esalazioni di vapore caldo che fuoriescono dalle fessure del terreno. Per informazioni: turismonatura@terzosettore.it


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco le opportunità proposte dai Centri Impiego di Pisa e provincia, lavori a tempo indeterminato e determinato ed apprendistato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità