Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:VOLTERRA20°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 19 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Attualità sabato 23 agosto 2014 ore 09:45

Un viaggio nel tempo: Volterra torna al medioevo

Gruppo Fotografico GIAN Volterra

Appuntamento con la seconda domenica dedicata alla rievocazione medievale: nel 1398 i Priori sospesero i dazi per risollevare le sorti ed il morale della popolazione e la città intera festeggiò



VOLTERRA — Dopo la scorsa domenica che ha visto una folla di visitatori e cittadini partecipare all'appuntamento, torna l'appuntamento con la festa medievale a Volterra. Domenica 24 agosto la città tornerà a trasformarsi con un viaggio nel tempo fino all'Anno Domini 1398.

La rievocazione medievale ricorda quei giorni di festa che arrivarono dopo un periodo buio per la città. Infatti, la fine del XIV secolo non fu per Volterra un periodo positivo: schiacciata dalla crescente potenza di Firenze e tormentata da frequenti carestie, si trovò a subire anche le conseguenze della guerra tra Firenze e i Visconti. La compagnia di ventura comandata da Alberico da Barbiano al soldo dei signori di Milano aveva arrecato, sin dal suo arrivo nel 1396, gravi danni alla campagna volterrana. Per risollevare le sorti e il morale della popolazione i Priori deliberarono nel 1398 di sospendere i dazi dovuti e per questa ragione. Così la città intera fece festa per una settimana e si animò con le musiche, con i colori delle bandiere, con i balli, con l’allegria dei giullari. L’ultimo giorno dei festeggiamenti, però, il campo fortificato di una compagnia di ventura al soldo dei volterrani, fu attaccato dalle truppe cittadine. Quei soldati arroganti che pretendevano la paga doppia, furono sconfitti, i capi arrestati e condotti davanti ai magistrati. La festa poté cosi continuare fino a notte fonda.

Per ricordare quegli avvenimenti anche questa domenica, da mattina a sera, il centro Storico di Volterra ed il Parco di Castello si riempiono di dame e straccioni, cavalieri e artigiani, dottori e mercanti, nobili e popolani, frati e giocolieri, musici e artisti.
La manifestazione, organizzata dal Consorzio Turistico Volterra Valdicecina, dall'amministrazione comunale e dall'associazione VolterrADuemila6, prevede cortei e numerosi spettacoli di musica, danza, ma anche falconieri, giullari, sbandieratori, giochi per bambini, sfide tra arcieri, esposizione e visite guidate.

Alle 16 in Piazza dei Priori ci sarà anche la rievocazione di un matrimonio medievale con un corteo ed un ballo degli sposi, oltre ad uno spazio dedicato al lavoro degli artigiani delle armi e sfide tra cavalieri, in attesa delle 23,30 quando in Piazza dei Priori si terrà spettacolo finale con i fuochi.

Il 'Grosso Volterrano' è l’unica moneta in circolazione durante la festa: prodotti artigianali, pietanze, vino e ogni altra cosa potranno essere acquistati con questa moneta, disponibile presso 'L’Offizio Cambio'.
Volterra, per un giorno, torna al medioevo. 

(Foto del Gruppo Fotografico GIAN Volterra)

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I lavori di rifacimento della rotatoria di Casagiustri. Nei prossimi mesi ci sarà anche la decorazione dell'area interna
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cultura

CORONAVIRUS