comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 15°26° 
Domani 14°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 02 giugno 2020
corriere tv
Dl Rilancio, Conte: «Eliminata la prima rata Imu per hotel e stabilimenti balneari»

Cronaca sabato 05 aprile 2014 ore 14:27

Frane e viabilità: interventi in borgo e sulla strada verso Radicondoli

Raccolta firme dei cittadini per chiedere alla Provincia di Siena la riapertura tempestiva della Strada delle Valli del Pavone



CASTELNUOVO — Si è svolta ieri, venerdì 4 aprile, alle ore 17, presso lo spazio Polivalente della Pista a Castelnuovo Val di Cecina, l'assemblea pubblica indetta dal sindaco Alberto Ferrini per parlare delle frane e dei problemi della viabilità.
Presenti una cinquantina di cittadini, tra cui gli abitanti della frazione di Montecastelli che stanno vivendo un forte disagio a causa della chiusura della Strada delle Valli del Pavone, che hanno ascoltato le parole di Ferrini e del vicesindaco Nesi.
Prima di presentare il progetto di interventi sulla frana dell'antico borgo medievale, il sindaco ha parlato della chiusura della strada provinciale nei pressi della centrale geotermica di Sesta, illustrando i dettagli dell'ncontro di martedì scorso a Siena dove Ferrini, insieme al Comune di Radicondoli, ha incontrato il presidente della Provincia di Siena Simone Bezzini. “C'è stata disponibilità da parte della Provincia – ha illustrato Ferini – e entrambi i comuni di Castelnuovo e Radicondoli hanno dato la disponibilità alla Provincia a contribuire economicamente al primo intervento per riaprire provvisoriamente la strada”. “E' un'operazione – ha aggiunto - che costerà dai 30 ai 40 mila euro e sarà volta al ripristino parziale della viabilità: la strada sarà riaperta temporaneamente, realizzando un passaggio alternativo provvisorio, escluso però ai mezzi pesanti”.
“E' la frana più importante della Provincia di Siena – ha detto Ferrini - perchè interessa il terreno sia a valle che a monte e dai rilievi sembra che la frana si muova di due millimetri al giorno, per questo viene continuamente monitorata”.
“Non si riaprirà a Pasqua – ha dichiarato il sindaco in merito alla Strada delle Valli del Pavone - ma comunque in breve tempo; questo per permettere ai pendolari di muoversi, ai bambini di raggiungere le scuole di Castelnuovo, alle ambulanze ed ai mezzi di soccorso di transitare”. “Questa strada – ha concluso Ferrini - è molto importane per noi perchè è cruciale per il territorio, mentre gli abitanti di Radicondoli non ci passano”.
Resta da capire, quindi, quando sarà messo in campo l'intervento definitivo per il ripristino totale della viabilità ed il consolidamento della frana. Intanto i cittadini di Castelnuovo hanno indetto una raccolta firme per chiedere in tempi brevi il ripristino della viabilità a Sesta. L'iniziativa popolare intende sensibilizzare la Provincia di Siena e chiedere un intervento tempestivo per ridurre i notevoli disagi.
A proposito della frana dell'antico borgo medievale di Castelnuovo Val di Cecina, è stato illustrato il progetto di consolidamento, miglioramento e bonifica della strada comunale di accesso a Porta Fiorentina, chiusa dal febbraio scorso per una frana. I tecnici, geologi e ingegneri presenti all'assemblea, guidati dall'ingegner Daniele Lapi, hanno illustrato anche con l'uso di immagini tutto lo studio che è stato effettuato sulla frana fin dai primi segni di cedimento della strada, fino ai necessari interventi che saranno effettuati con il progetto esecuitivo.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca