QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°15° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 08 dicembre 2019

Attualità giovedì 07 marzo 2019 ore 16:45

Geotermia, il sindaco fa lo sciopero della fame

Nicola Verruzzi, sindaco di Montieri

Il primo cittadino Nicola Verruzzi ha scelto la via della protesta dura, affinché il governo convochi con urgenza al Mise i sindaci geotermici



MONTIERI — Il sindaco di Montieri, Nicola Verruzzi, da quattro giorni è in sciopero della fame e da quattro giorni sta raccogliendo numerosi attestati di solidarietà e stima. Chiede che il 21 marzo i sindaci geotermici siano convocati al Mise, con l'auspicio che il governo non cancelli la geotermia dall'elenco delle energie rinnovabili, di fatto privandola di indispensabili incentivi.

Verruzzi ha raccontato della decisione di intraprendere lo sciopero della fame come di "un momento importante, l'inizio di un qualcosa di pensato, riflettuto, di necessario, a mio avviso, per accendere i riflettori della grande stampa e quindi della politica su di una vicenda essenziale, esistenziale per il nostro territorio e che stava rischiando di cadere nell'oblio, di finire dispersa, dimenticata e soprattutto di essere espunta dall'agenda governativa. Al contrario, di questa vicenda, se ne deve continuare a parlare e soprattutto i sindaci geotermici debbono essere, con la massima urgenza, convocati al Ministero dello Sviluppo Economico per un tavolo di confronto sulle scelte future in materia di geotermia. Perchè così si fa o almeno si dovrebbe fare. Perchè è una questione di stile e di rispetto istituzionale prima ancora che una questione di merito". 

"Ho iniziato uno sciopero della fame - ha aggiunto Verruzzi -, come forma di protesta pacifica e silenziosa, che porterò avanti fintantoché non ci saranno segnali dal governo che vadano nella direzione della costituzione di un tavolo con i Sindaci. Il Presidente Rossi è stato convocato il 21 marzo. Bene, che si convochino anche i Sindaci insieme a lui".

"Da tre mesi - ha commentato oggi Simona Bonafè, eurodeputata segretaria regionale della Toscana per il Partito democratico - i sindaci dei comuni geotermici cercano, senza successo, un incontro con il ministro dello Sviluppo economico per aprire un tavolo di confronto in relazione al taglio degli incentivi alla geotermia. Questa arrogante chiusura del governo Lega - M5S non è tollerabile". 

"Gli amministratori locali vanno ascoltati - ha proseguito Bonafè - e come segretario regionale del PD hanno il mio pieno sostegno. Massima solidarietà al sindaco di Montieri, Nicola Verruzzi, che è in sciopero della fame, e a tutti i nostri sindaci che hanno a cuore un settore unico in Italia e i 3mila posti di lavoro impiegati. Perché c'è anche un rischio sociale dietro ai tagli agli incentivi, visto che, intorno alla geotermia, da oltre un secolo, si è creato un tessuto sociale. La Regione Toscana, un mese fa, ha fatto la propria parte approvando una legge che coniuga sviluppo e ambiente. Siamo al fianco dei nostri sindaci e continueremo a sostenere le loro iniziative".




Tag

Manovra, Conte: «Nessuno dica più che siamo il governo delle tasse»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Politica