comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:40 METEO:VOLTERRA11°16°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 01 novembre 2020
corriere tv
De Luca: «Ho ascoltato sindaci autentiche nullità, gente che andrebbe affidata ai servizi sociali»

Cronaca venerdì 06 giugno 2014 ore 22:48

I cinesi interessati al laboratorio sperimentale di Sesta

Il centro gestito dal Cosvig verso nuove vie di sviluppo: è diventato una eccellenza riconosciuta a livello europeo ed internazionale



RADICONDOLI — “Mi auguro di ritornare tra un anno e magari avere al tavolo anche i cinesi: si stanno muovendo e so che il presidente del consiglio ci parlerà la settimana prossima, speriamo che vogliano usare il laboratorio di Sesta”. Così il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi è intervenuto questa mattina al termine dell'incontro che si è svolto presso il centro sperimentale alla presenza dei dirigenti del Cosvig, il consorzio pubblico che gestisce l'area, dei rappresentanti di Enel, Nuovo Pignone, Ansaldo Energia, C.N.R. e dei sindaci del territorio.

“Sono molto contento di come si sono evolute le cose rispetto ad un anno fa quando sono venuto la prima volta – ha detto Rossi – oggi i lavoratori mi hanno salutato più allegramente, vedo facce molto più rilassate e un clima positivo”. “All'ingresso – ha aggiunto - ho trovato 3 giovani e anche questa è la dimostrazione di questo successo”.
Ho voluto fortemente che fosse acquistato questo laboratorio che rischiava di chiudere – ha affermato il presidente della Toscana – e adesso possiamo diventare i primi in Europa perchè qui, anche grazie ai giovani, c'è il futuro e ci saranno presto 8 assunzioni”. “Abbiamo speso – ha aggiunto - ma dopo un anno ci sono ottimi risultati che sono evidenti: sono molto soddisfatto e sono grato a tutti voi”.
“Si è lavorato insieme – ha illustrato Rossi - per costruire un pezzetto di politica industriale in cui l'intervento pubblico dei Comuni consorziati nel Cosvig e della Regione ha mantenuto e rilanciato un gioiello della tecnologia italiana che rischiava di restare ai margini o addirittura di cadere in declino”. “Sono sempre più convinto – ha concluso - che con la geotermia la Toscana, in rapporto al tema cruciale per lo sviluppo che è l'energia, possa ancora giocarsi tante prospettive”.

Rossi ha poi svelato l'immagine del nuovo logo del laboratorio di Sesta che secondo i dirigenti sta dando ottimi risultati: ci sono investimenti in corso e si pensa di raggiungere il pareggio di bilancio già nell'anno in corso. Inoltre ci saranno nuovi progetti di ricerca su espansori e il mondo scientifico entrerà a Sesta.

“Sesta – commentano i sindaci di Castelnuovo e Pomarance Ferrini e Martignoni - è una scommessa ben avviata, rispetto alla gestione Enel, che non aveva più business nella prova delle turbine”. “La Regione ha dato 3 milioni e mezzo di fondi europei quest'anno e altrettanti ne darà l'anno prossimo per fare l'upgrade dell'impianto – spiega Martignoni - il resto degli investimenti è stato messo in campo dal Cosvig, cioè un consorzio pubblico che unisce i15 comuni geotermici, le province di Pisa, Siena e Grosseto e due Unioni dei Comuni”. “Qui – aggiunge – si provano le turbine per le aziende più importanti come General Electric e ci sono partner importanti come Mitsubishi e Siemens”. “I cinesi stanno preparando le turbine per la quarta generazione di centrali nucleari, speriamo di poter offrire questo centro in esclusiva a loro per 3 anni”.

Al termine dell'incontro tutti i partecipanti, tra cui anche i neo eletti sindaci di Monterotondo Marittimo Giacomo Termine e di Monteverdi Marittimo Carlo Giannoni, hanno potuto assaggiare le specialità della Comunità del Cibo ad Energie Rinnovabili, un altro importante progetto del Cosvig che raccoglie le eccellenze del territorio nell'agroalimentare di qualità abbinato alle rinnovabili.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità