QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 12° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 27 gennaio 2020

Politica mercoledì 14 maggio 2014 ore 21:24

Il Pd pisano scrive a tutti gli iscritti per salvare l'aeroporto Galilei

Il segretariato provinciale del Pd Nocchi e quello comunale Ferrante invitano i tesserati alla mobilitazione di venerdì 16 in difesa dell'aeroporto pisano



PROVINCIA DI PISA — Il PD chiama alla mobilitazione provinciale per difendere l´Aeroporto Galilei patrimonio collettivo: Francesco Nocchi, segretario provinciale del Partito Democratico e Andrea Ferrante, segretario dell´Unione Comunale di Pisa del Pd, hanno inviato una lettera a tutti gli iscritti della Provincia di Pisa.
L´assemblea comunale che si è tenuta ieri, 13 maggio, ha consentito al partito pisano di esprimersi sulla questione degli assetti aeroportuali: è stata ribadita l'opposizione alla vendita, da parte della Regione, delle quote che detiene in SAT, sostenuta dal Sindaco e dal Presidente della provincia di Pisa e dai consigli comunale e provinciale.
L'ordine del giorno votato all´unanimità invita alla mobilitazione: la prima iniziativa di protesta è presidio di venerdì 16 maggio alle 17,30 di fronte all'aeroporto Galilei di Pisa.
"Questa privatizzazione - si legge nella lettera del Pd - fatta di fretta e in contraddizione con quanto sottoscritto in mille occasioni anche recentissime, disconosce, senza la necessaria condivisione politica, l´approccio con cui gli enti pubblici hanno guidato per decenni, con pieno successo, l´aeroporto". "È fatta nei tempi e nei modi dettati dal privato - si legge ancora - in un percorso ostile che spoglia il territorio della possibilità di difendersi rispetto ad una prepotente forzatura: l´allungamento a 2.400 metri della pista di Peretola, prospettato in modo esplicito dai nuovi padroni di AdF, da eminenti esponenti politici fiorentini e, cosa decisiva, da esponenti del Governo e dell´ENAC".
"La pista di 2.400 metri - secondo il Pd - sposterebbe su Firenze il grosso del traffico aereo regionale e sarebbe fatta con una consistente iniezione di risorse pubbliche, almeno 120 milioni, necessarie per rendere economicamente sostenibile ciò che il mercato da sé non potrebbe ripagare".
"Lo spostamento degli equilibri - conclude la lettera - destabilizzerebbe il quadro infrastrutturale ed economico regionale: per Pisa, solo volendosi fermare all'occupazione, 2.400 lavoratori al Galilei e almeno altri 2.000 di indotto, per non parlare di investimenti ingentissimi, già avviati (solo il Peole Mover 70 milioni) che rischierebbero di non ripagarsi se ripiegassero le prospettive di crescita".



Tag

Risultati elezioni Emilia Romagna, le quattro ragioni della frenata di Salvini e la vera incognita per il governo

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità