Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:VOLTERRA20°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 19 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni comunali, il Pd ha vinto ma la battaglia per le Politiche sarà diversa

Politica lunedì 24 febbraio 2014 ore 17:16

Ospedale: il Pd volterrano scrive a Roma

L'invito a Renzi ed ai colleghi di via del Nazareno è quello di venire a vedere una struttura che complessivamente ha circa di 160 posti letto



VOLTERRA — Il Pd volterrano scrive una lettera destinata ai colleghi di via del Nazareno a Roma con l’obiettivo di approfondire la questione dei piccoli ospedali e chiede un incontro al segretario nazionale Matteo Renzi, nonchè neo presidente del consiglio.
La missiva è firmata da Davide Bettini, segretario dell'Unione Comunale di Volterra, e per la Federazione Pd di Pisa da Olivia Picchi e Cristina Filippini  ed è indirizzata a Davide Faraone, responsabile sanità della segreteria nazionale del partito.
"Ci preoccupano le periodiche uscite a livello nazionale delle liste di chiusura/riconversione dei PICCOLI OSPEDALI. Liste che derivano dall’applicazione di freddi parametri numerici". Così inizia la lettera inviata nella capitale che poi prosegue: "vi sono realtà in Italia probabilmente da chiudere senza appello; vi sono peraltro realtà meritevoli di essere salvaguardate (...) in Toscana abbiamo già assistito a razionalizzazioni del sistema ospedaliero, passando da 92 a 38 ospedali; è per noi una semplificazione pericolosa tirare un rigo sotto i 120 posti letto".  "In Toscana - si legge ancora - possiamo dire di avere un unico grande ospedale, diviso in 41 sedi sul territorio (...) Ogni sede ha il suo valore e la sua utilità, ogni ospedale ha una sua missione, tradotta poi nei Patti territoriali".
La lettera entra poi nel merito dell’ospedale di Volterra: "è inserito nella pianificazione dell’offerta di servizi ospedalieri della Regione Toscana ed è nell’ambito di quel livello di programmazione che è stato discusso il suo futuro". "Quando parliamo di posti letto a Volterra - si legge - non dobbiamo tenere solo in considerazione l’ospedale a diretta gestione USL5, ma anche di Auxilium Vitae Spa, una sperimentazione gestionale nata dalla cessione di un ramo d’azienda nel 1999 con lo scopo di proseguire le attività riabilitative dell'ospedale, che oggi ha un ruolo riconosciuto e fondamentale nella programmazione regionale (...) con particolare riferimento alla riabilitazione neurologica e alle gravi patologie respiratorie.
La lettera fa poi rifermiento "all’esistenza del CRM INAIL di Volterra che eroga prestazioni di riabilitazione muscolo-scheletrica intensiva extraospedaliera".
Secondo il Pd volterrano "sommando i posti letto (...) siamo davanti ad un sito che ospita circa di 160 posti letto ospedalieri oltre i posti letto del CRM INAIL, 23 in regime residenziale e 23 in regime semiresidenziale"
"
Pertanto - si legge in calce - valutando complessivamente l’offerta di servizi ospedalieri in Alta Val di Cecina non siamo più davanti ad un piccolo ospedale. Questo corrisponde al disegno che alla fine degli anni novanta la politica locale e regionale ha definito per il territorio dell’Alta Val di Cecina. Perché quindi li dovremmo togliere? Perché non viene a trovarci per capire meglio?".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I lavori di rifacimento della rotatoria di Casagiustri. Nei prossimi mesi ci sarà anche la decorazione dell'area interna
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cultura

CORONAVIRUS