comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 16°27° 
Domani 16°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 16 luglio 2020
corriere tv
Folle inseguimento in tangenziale: ladri in fuga gettano la refurtiva per fermare i carabinieri

Cronaca venerdì 02 maggio 2014 ore 02:45

Il sindaco di Pomarance critico sui pozzi esplorativi al Masso delle Fanciulle

Martignoni: "il permesso di ricerca concesso dalla Regione si trova per il 99,9% non nel nostro comune e vogliono trivellare nei soli 200 metri del territorio di Pomarance.



POMARANCE — "Non siamo convinti di questa scelta e non siamo convinti della collocazione dei pozzi all'interno del perimetro di ricerca ed esprimeremo le nostre criticità alla Regione Toscana secondo le modalità e i termini previsti". Così il sindaco di Pomarance Loris Martignoni interviene in merito alla questione dei due pozzi esplorativi per i quali la società GESTO Geothermical Italy, della casa portoghese GESTO, ha chiesto formalmente alla Regione Toscana il permesso di scavare lungo il fiume Cecina nei pressi del Masso delle Fanciulle
"La Regione Toscana - spiega Martignoni - ha dato 30 concessioni ad aziende per la ricerca di siti da individuare per lo sfruttamento geotermico della bassa entalpia e uno di questi è il permesso di ricerca di Mazzolla, nel Comune di Volterra". "Questa concessione - aggiunge - riguarda un'area che per soli 200 metri si trova nel Comune di Pomarance e vogliono fare proprio lì i due pozzi: il progetto è per il 99,9% nel territorio volterrano e casolese e siamo perplessi sul fatto che i pozzi invece si vogliono fare nel nostro 0,1%".  "Lo siamo ancora di più - prosegue il sindaco - perchè si tratta di un'area molto importante dove peraltro ci sono già altri progetti di forte impatto ambientale come l'invaso di Puretta e l'attività estrattiva".
"Quelli che si vogliono realizzare - illustra il primo cittadino - sono due pozzi di 2300 metri di profondità e quindi piuttosto impattanti; daremo il nostro parere alla Regione Toscana esprimendo le valutazioni del caso entro il 29 maggio, dato che la procedura è sottoposta a VIA".
"Tuttavia - conclude Martignoni - la legge in questo senso permette alla Regione di scavalcarci perchè quello che esprimiamo è soltanto un parere; noi siamo favorevoli alla geotermia, ma non in questi termini perchè non è questa la strada, nel nostro territorio: noi abbiamo già Larderello dove la geotermia produce da decenni energia elettrica".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Cronaca