Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:VOLTERRA11°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 18 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Metsola non strinse la mano a Muscat

Attualità mercoledì 05 novembre 2014 ore 16:01

Iniziative del Rotary contro la polio

Se non si riuscirà ad arrestarla adesso, la malattia potrebbe riaffacciarsi sulla scena mondiale e colpire circa 200mila bambini l'anno



VOLTERRA — Il Rotary Club di Volterra ha organizzato una conviviale per sensibilizzare il pubblico e raccogliere fondi per lottare contro la polio, una debilitante e paralizzante malattia e proseguirà con nuove iniziative il suo impegno.
Nell'occasione il socio dottor Guido Vagheggini, noto pneumologo e membro del Comitato Scientifico dell’Auxiluim Vitae Spa di Volterra, ha illustrato le ultime novità sul programma del Rotary Inernational per l’eradicazione della Polio. I numerosi intervenuti alla conviviale di Volterra, hanno ascoltato con vivo interesse la relazione di Vagheggini, oltre a porre domande sul tema.

La polio è una malattia altamente contagiosa e colpisce ancora soprattutto i bambini di età inferiore ai cinque anni in alcune parti dell'Africa e dell'Asia meridionale e può causare paralisi e talvolta la morte. Non esiste una cura definitiva, ma con soli 60 centesimi di dollaro di vaccino orale, un bambino può essere protetto dalla malattia per tutta la vita. 

Il Club di Volterra aderisce da anni all’iniziativa del Rotary International e, nell’intento di vedere quanto prima concluso il progetto, nei prossimi mesi organizzerà delle manifestazioni speciali per la raccolta fondi. Questa azione arriva in un momento cruciale nella lotta per l'eradicazione della polio: il numero di casi della malattia non sono mai stati così bassi e solo in tre Paesi (Nigeria, Afghanistan e Pakistan) non è stata ancora interrotta la trasmissione del poliovirus selvaggio. Nel complesso, sono stati realizzati notevoli progressi: dal 1988, il numero di casi è stato ridotto da 350mila l'anno a meno di 700 casi nel 2011. Le Americhe sono state dichiarate libere dalla polio nel 1994, la regione del Pacifico occidentale nel 2000, e l'Europa nel 2002.

Tuttavia, la carenza di finanziamenti significa che le campagne d'immunizzazione sono state ridotte nei Paesi ad alto rischio, esponendo ad una maggiore vulnerabilità i bambini di questi Paesi. Se non riusciamo ad arrestare la malattia adesso, la polio potrebbe riaffacciarsi sulla scena mondiale e colpire circa 200mila bambini l'anno.

Il Rotary, un'organizzazione di servizio umanitario con circa 34mila club in oltre 200 Paesi e aree geografiche, ha fatto dell'eradicazione della polio la sua priorità assoluta nel 1985. Ad oggi, il Rotary ha contribuito 1,2 miliardi di dollari, e i suoi membri hanno contribuito innumerevoli ore di volontariato per immunizzare oltre due miliardi di bambini in 122 Paesi.

Fonte: Rotary Club Volterra


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il dettaglio per Comune di residenza delle nuove positività al coronavirus rilevate giornalmente sul territorio e comunicate oggi, 17 Gennaio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Attualità

Attualità