QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17°18° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 22 ottobre 2019

Attualità venerdì 21 novembre 2014 ore 10:45

La Carta dei Servizi dell'Unione

Un percorso partecipativo per la redazione di un documento che migliori i servizi e le funzioni associate tra i 5 Comuni



UNIONE COLLI MARITTIMI — GIOCHIAMO UNA NUOVA CARTA è il nome che viene dato al percorso partecipativo aperto che accompagna il lavoro di riorganizzazione dei servizi dell'Unione dei Colli Marittimi pisani. Un percorso partecipativo che porterà alla redazione, appunto della Carta dei servizi, un documento che stabilisce un 'patto' tra  i soggetti che forniscono i servizi pubblici e i cittadini che li utilizzano. 

Alla carta di arriverà attraverso un cammino che dovrà servire ad aumentare la consapevolezza del lavoro dell'Unione e avvicinarla alle Amministrazioni e ai cittadini. 
I 5 comuni di Casale, Castellina, Guardistallo, Montescudaio e Riparbella sono già a lavoro da più di un mese per organizzare il percorso partecipativo che consiste in varie tappe. Ci saranno postazioni mobili nei 5 Comuni per divulgare informazioni, incontri pubblici, la redazione di un documento provvisorio per arrivare alla stesura di quello finale che sarà presentato alla cittadinanza.
Gli obiettivi, nello specifico, sono: aumentare la consapevolezza del lavoro dell'Unione e avvicinarla alle Amministrazioni comunali e ai cittadini; valorizzare la partecipazione, la comunicazione e la trasparenza per favorire la reciproca fiducia tra cittadini ed istituzioni; garantire un accesso più equo ai servizi e favorire una maggior conoscenza delle risorse disponibili sul territorio; fare scelte organizzative in accordo con il personale dipendente per limitare i disagi durante la fase di passaggio; definire strumenti semplici ed accessibili per consentire ai cittadini di trasmettere le proprie valutazioni sulla qualità dei servizi.

Nella Carta l’Unione vuole dichiarare quali servizi offre e i livelli di qualità che si impegna a garantire e rispettare, per poterli controllare e migliorare. La Carta dei Servizi rappresenta dunque uno strumento di comunicazione a due vie: alle istituzioni (Unione e Comuni), la Carta serve a comprendere i bisogni dei cittadini e a indirizzarli a seconda delle esigenze; ai cittadini offre una conoscenza chiara di quali sono i propri diritti e doveri, di ciò che può essere richiesto alle istituzioni e di quali sono le modalità di partecipazione alla vita della comunità.
La carta si rende necessaria perchè in seguito alle manovre finanziarie 2010-2011, i piccoli comuni (fino a 5.000 abitanti) devono rispettare l’obbligo di gestire le funzioni fondamentali in forma associata, ossia tramite Unione di Comuni. Così, nel 2011, i 5 Comuni hanno deciso di avviare la costituzione dell’Unione, una delle prime della Regione Toscana.

Entro il 2014, l'Unione deve accorpare tutte le funzioni fondamentali, per cui è importante concentrarsi sull'organizzazione del nuovo ente e sulla definizione della Carta dei Servizi, con l'obiettivo di raggiungere livelli elevati di adeguatezza, efficienza ed economicità nella gestione dei servizi.

Ad oggi i servizi già attivati sono: Segreteria e Affari Generali; Istruzione; Tributi; Polizia Municipale; Personale; Urbanistica; Protezione Civile

I servizi che restano da attivare entro il 31 dicembre 2014 sono: Anagrafe; Servizi Sociali; Ambiente; Ufficio Tecnico; Sportello Unico Attività Produttive (SUAP)



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Sport

Attualità