Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:17 METEO:VOLTERRA6°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 06 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, la lezione di Burioni: «Il vaccino ha salvato 500 mila vite in Europa. Vogliatevi bene e vaccinatevi»

Attualità sabato 21 marzo 2015 ore 13:18

Lotta all'amianto: nuovi appuntamenti

La campagna di sensibilizzazione ed assistenza dell'Osservatorio nazionale amianto sarà il 26 marzo a Livorno ed il 27 a Castelnuovo e Rosignano



FIRENZE — "In Toscana, come pure per il resto d’Italia, l’amianto ha avuto e continua ad avere un forte impatto sulla salute umana, determinando almeno 500 morti l'anno nella regione (circa 6mila in tutto il Paese). In Toscana, come in altre regioni d’Italia, l’amianto è presente non solo nei classici luoghi di lavoro (porto di Livorno, cantieri navali, industrie chimiche, centrali elettriche e termoelettriche), ma anche nelle scuole, nelle caserme e negli ospedali". Di questo ed altro si parlerà il prossimo 26 marzo a partire dalle 16,30 presso l’Aula Consiliare del Comune di Livorno ed il 27 marzo alle 10 presso la Fattoria Il Canalino a Castelnuovo Val di Cecina; poi sempre il 27 marzo alle 15,30 a Rosignano, nel Centro Rodari.
Sarò l'Osservatorio nazionale amianto (Ona) a portare la sua campagna di sensibilizzazione ed assistenza.

"Le fibre di amianto vengono ingerite, oltre che inalate, e quindi determinano gravi danni alla salute - sostiene il presidente dell'Ona, Ezio Bonanni - le recenti misure del governo Renzi, che prevedono limitati stanziamenti per il Comune di Casale Monferrato e Bagnoli e benefici contributivi per il prepensionamento solo per pochi lavoratori dell’amianto, sono del tutto insufficienti e non costituiscono reali misure capaci di affrontare e risolvere l’emergenza, che non è più soltanto giudiziaria, ma anche sanitaria e sociale, rendendo quindi necessario un diverso approccio che favorisca la prevenzione primaria, capace di evitare le future esposizioni, e quella secondaria, con la ricerca scientifica e le migliori terapie per i pazienti, e solo in ultima analisi l’intervento giudiziario per reprimere i reati e risarcire le vittime e i loro familiari".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
​I nuovi contagiati dal coronavirus risiedono in gran parte nella zona del capoluogo ma ci sono casi anche in Valdera e nel comprensorio del Cuoio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità