Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:04 METEO:VOLTERRA18°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 24 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Samele argento nella sciabola, la dura preparazione per arrivare così in alto

Attualità domenica 13 giugno 2021 ore 09:39

La possibilità di difendere le coltivazioni

Un momento dell'incontro

La Coldiretti ha incontrata la Polizia provinciale. Gli agricoltori possono intervenire per difendere coltivazioni e vigneti



PISA — Un incontro tecnico e collaborativo per prepararsi alla grande svolta nelle campagne pisane. Il provvedimento approvato dalla Giunta Regionale sul contenimento soprattutto degli ungulati consentirà infatti agli agricoltori muniti di tesserino venatorio di intervenire direttamente per difendere raccolti e vigneti. 

Un provvedimento fortemente sostenuto da Coldiretti atteso ora all’ultimo miglio. “Ringrazio per la collaborazione la Polizia Provinciale e dell’ispettore Fabrizio Calamai, dei rappresentanti Coldiretti in ATC e tutti i tecnici intervenuti – spiega Fabrizio Filippi, Presidente Coldiretti Pisa nonché Presidente Coldiretti Toscana – per averci fornito altri chiarimenti in merito agli aspetti tecnici. Nelle campagne ci sono grandi aspettative da questo provvedimento che finalmente mette in condizione gli agricoltori di autotutelarsi, direttamente e con rapidità, dai danni da ungulati. Potranno intervenire direttamente sugli ungulati sotto il coordinamento della polizia provinciale per abbattere cinghiali ma anche nutrie, storni e piccioni”.

Il canale di gestione degli interventi diretti da parte degli agricoltori sarà, come già comunicato, quello del portale di Artea. La logica è quella della semplificazione con un ulteriore riduzione dei tempi di azione ed un intervento diretto degli agricoltori. L’agricoltore, una volta individuato il poligono colturale, richiede la possibilità di fare gli interventi di controllo ed in maniera diretta. “Lo potranno fare i proprietari e conduttori di fondo con porto d’armi. – ha ribadito Filippi – La gestione di questa novità sarà anche informatizzata per avere un quadro sempre chiaro ed aggiornato di coloro che potranno intervenire e soprattutto dove. La sicurezza è un aspetto importante che deve restare al centro insieme alla funzionalità dell’intervento che siamo sicuri darà sicuramente risposte in termini di contenimento del fenomeno”. “Noi siamo pronti – conclude Filippi – per attivare tutti i nostri canali, anche informativi e se necessario formativi, per renderla applicabile e efficace nel più breve tempo possibile”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Covid, in provincia di Pisa accertate 42 nuove positività al coronavirus in un giorno. Il dettaglio dei Comuni interessati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Imprese & Professioni

CORONAVIRUS